Matrimoni misti: lui non si era convertito all’islam, ma ora i giudici acconsentono al matrimonio

Matrimonio

Matrimoni misti: lui non si era convertito all’islam, ma ora i giudici acconsentono al matrimonio

Tempo fa l’ufficio di stato civile di Treviso aveva bloccato le pubblicazioni del matrimonio di un cittadino con una donna algerina, perchè le autorità algerine non avevano dato il nullaosta. Motivo? Lui non risultava convertito all’islam, come prevede la sharia, in caso un non musulmano voglia sposare una musulmana.

Ora una sentenza del tribunale permetterà finalmente alla coppia, che sta insieme da 10 anni e ha già due figli, di sposarsi. I giudici infatti hanno dichiarato illegittima la decisione dell’ufficio di stato civile, in quanto lesiva di due diritti: quello della liberta’ religiosa, sancito dalla Costituzione, e “il diritto fondamentale della persona, e non solo del cittadino italiano, di costruire una famiglia attraverso il matrimonio liberamente contratto”.

La coppia vive nel comune di Valdobbiadene, il cui sindaco, Bernardino Zambon, ha detto di non averla mai incontrata e di non sapere della loro storia, ma ha assicurato che attuerà la sentenza del tribunale.

Potranno essere finalmente affisse le pubblicazioni per le nozze, i futuri sposi dovranno attendere ancora 30 giorni prima del “sì”, come di regola.

Ennesimo caso di difficoltà di una coppia mista in cui lei è musulmana. Ennesimo caso di non libertà di vivere un amore, ma gli ostacoli della legge islamica sono stati fortunatamente superati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...