Matrimoni musulmani - Notizie.it

Matrimoni musulmani

Matrimonio

Matrimoni musulmani

Il matrimonio rappresenta il momento in cui due sposi uniscono le loro vite in un’unica vita per giurarsi eterno amore e fedeltà. È un momento di intimità ma anche un momento di festa in cui si celebra l’unione avvenuta. Dietro il matrimonio, che sia religioso o civile, numerosi preparativi sono posti alla base di questo, dalla celebrazione al banchetto nuziale e vengono coordinati dagli sposi stessi per rispecchiare i propri gusti personali. Nel matrimonio islamico oltre a essere presenti tali caratteristiche, vigono una serie di regole che gli sposi e le rispettive famiglie, devono rispettare per rendere valido il matrimonio. Per permettere che avvenga l’unione in matrimonio di un uomo e una donna, gli sposi e le rispettive famiglie devono rispettare condizioni di validità e condizioni di impedimento.

Condizioni di validità

  • L’unione matrimoniale deve avvenire tra individui di sesso opposto.
  • Gli sposi si impegnano in un patto legale e verso Allah in quanto il matrimonio è considerato un contratto legale tra l’uomo e la donna.
  • Il matrimonio deve essere pubblicizzato in quanto caratteristica fondamentale che distingue un matrimonio legale da un matrimonio non legittimo.
  • La donna deve essere pienamente consenziente al matrimonio e possedere una dote che rispecchi i patti stipulati nel contratto matrimoniale.

Condizioni di impedimento

  • Il matrimonio è impedito tra un uomo e una parente del proprio coniuge.
  • È proibito sposare i propri consanguinei.
  • Il matrimonio non può avvenire tra un uomo e una donna allattati, durante l’infanzia, dalla stessa nutrice.
  • Il matrimonio non può avvenire quando l’uomo non può adempiere al mantenimento economico della famiglia.
  • Un uomo non può chiedere in sposa una donna già sposata.

Nel libro “Tutto quello che dovresti sapere sull’Islam e che nessuno ti ha mai raccontato” l’autore, John Esposito, sottolinea che un matrimonio tradizionale musulmano è qualcosa di più di un semplice legame tra un uomo e una donna, è l’unione di famiglie diverse che stipulano un contratto matrimoniale con valenza sia civile che religiosa.

Il contratto deve rispettare giuridicamente le leggi che regolano il matrimonio per far si che questo sia valido anche nell’ambito religioso. La società musulmana si basa sul concetto di poligamia in quanto è concesso agli uomini prendere moglie fino a un limite di quattro donne. Nel momento in cui l’uomo decida di prendere in sposa una terza o quarta donna, dopo aver ricevuto il consenso di questa spetta al giudice il consenso finale per attestarne la validità.

La società musulmana è permeata di pregiudizi nei confronti delle donne se pur l’oppressione attualmente in vigore non abbia origine negli insegnamenti religiosi del Corano che promuove l’uguaglianza nel matrimonio. Sono piuttosto le tradizioni culturali islamiche che hanno incoraggiato l’oppressione nei confronti delle donne. Nel corso degli anni le donne hanno conquistato molti privilegi riservati in passato agli uomini ma nei paesi più tradizionalisti le condizioni della donna sono molto lontane dai canoni egualitari tradotti in forma di libertà.

Read more: Muslim Marriage Facts http://www.ehow.com/facts_5176256_muslim-marriage.html#ixzz1gtYB2sQd

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche