Matrimonio Gay nel Mondo COMMENTA  

Matrimonio Gay nel Mondo COMMENTA  

Canada

Il matrimonio omosessuale è stato legalizzato in tutto il Canada (dopo che era stato già legalizzato dalle sentenze delle varie Corti Supreme in sette province su dieci e in un Territorio su tre della federazione del Canada) con il Civil marriage act o Loi sur le mariage civil in vigore dal 20 luglio 2005.


Stati Uniti

Attualmente sono undici gli Stati americani in cui è possibile per le coppie dello stesso sesso contrarre matrimonio fra loro: Massachusetts, Connecticut, Vermont, New Hampshire, Iowa, New York, Maine, Maryland, Delaware, Minnesota, il distretto di Washington e lo Stato di Washington.


A livello federale, le unioni fra persone dello stesso sesso, siano esse matrimoni o unioni civili, non sono riconosciute perché è in vigore il DOMA (Defense of Marriage Act), una legge che vieta al governo federale di considerare le unioni fra persone dello stesso sesso sullo stesso piano del matrimonio ed esula altresì tutti gli Stati della federazione dall’obbligo di riconoscere unioni fra persone dello stesso sesso registrate in altri stati.


Città del Messico (Distretto Federale)

Il 21 dicembre 2009 il parlamento del distretto della capitale messicana ha approvato una legge che prevede all’interno dell’area della metropoli l’estensione del matrimonio alle persone dello stesso sesso, con parità di diritti e doveri e possibilità di accedere all’adozione. Lo stesso parlamento aveva ammesso le unioni civili nel 2006.

L'articolo prosegue subito dopo


Argentina

In Argentina il matrimonio è aperto alle coppie dello stesso sesso dal 2010. Con il voto finale del Senato, il 15 luglio 2010 l’Argentina ha esteso l’istituto del matrimonio alle coppie dello stesso sesso, con validità su tutto il territorio nazionale. In precedenza, le unioni tra persone dello stesso sesso erano possibili solo in alcuni municipi.

Sud Africa

Nella Repubblica del Sudafrica dal 30 novembre 2006 è entrata in vigore la legge che autorizza il matrimonio omosessuale, facendo così del Sud Africa il primo Paese africano a legalizzare le nozze tra persone dello stesso sesso.

Israele

Nello Stato di Israele, mancando l’istituto del matrimonio civile, sia eterosessuale sia (eventualmente) omosessuale, ed essendo il matrimonio sottoposto alle autorità religiose, non è possibile contrarre matrimoni omosessuali. Nonostante ciò in base a una decisione della Corte Suprema di Israele del 21 novembre 2006 lo Stato di Israele riconosce i matrimoni omosessuali contratti all’estero.

Nuova Zelanda

In parlamento della Nuova Zelanda ha esteso il matrimonio anche alle coppie dello stesso sesso il 17 aprile 2013, riformando la legge sul matrimonio in vigore dal 1955 con 77 voti a favore e 44 contrari, superando l’opposizione delle associazioni cattoliche.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*