Mattia Roca non ce l’ha fatta: è morto all’ospedale di Torino per le gravi ustioni COMMENTA  

Mattia Roca non ce l’ha fatta: è morto all’ospedale di Torino per le gravi ustioni COMMENTA  

20120701-111655.jpg

Torino – Mattia Roca, 12 anni, rimasto gravemente ustionato insieme ad un amico lo scorso 19 giugno, non ce l’ha fatta. Le ustioni erano troppo gravi per poter sopravvivere.

Leggi anche: Tragedia a Torino: uccide la moglie con un martello prima di impiccarsi

Mattina si è deceduto ieri mattina, nel reparto di rianimazione dell’ospedale Margherita di Torino dopo, una lunga agonia. Un tragico gioco è costato la vita al piccolo Mattia.

Leggi anche: Circoncisione: neonato muore dopo operazione in casa

Insieme agli amici, a Rivalta di Torino, accese un fuoco. Per alimentare le fiamme, Mattina getta dell’alcol. Il ritorno di fiamma investe lui e l’amico Niccolò.

Da quel giorno, non è più uscito dall’ospedale.

Leggi anche

martello
Torino

Tragedia a Torino: uccide la moglie con un martello prima di impiccarsi

Un uomo di 69 anni ha ucciso la moglie 72enne con un martello, poi si è suicidato. All'origine del gesto, un debito contratto all'insaputa della famiglia. Un cruento omicidio-suicidio scaturito da un dramma della povertà: è quanto avvenuto, con ogni probabilità nella notte tra il 20 e il 21 ottobre, a Torino, nel quartiere Santa Rita. Le vittime sono Natalina Montanaro, 72 anni, e Francesco Tonda, 69, che vivevano da soli in un appartamento in Corso Orbassano 376: a scoprire i cadaveri, nelle prime ore della mattinata, il figlio della coppia, allarmato da alcuni SMS inviatigli dal padre. È stato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*