Maxi appostamento a Roma 100 i fermati COMMENTA  

Maxi appostamento a Roma 100 i fermati COMMENTA  

Maxi_appostamento_a_Roma_100_i_fermati
Maxi_appostamento_a_Roma_100_i_fermati

Maxi appostamento a Roma 100 i fermati sorpresi a transitare sulla corsia di emergenza. Tra le azioni di cattiva educazione civica quella di transitare sulla corsia di emergenza è sicuramente la più odiata, soprattutto dagli automobilisti che ogni giorno circolano sul Grande Raccordo Anulare facendo le code e rispettando il codice della strada.


Questa mattina la 13 poliziotti hanno ritirato in meno di tre ore 8 patenti. Il ritiro della patente è infatti la sanzione più pesante prevista dal codice della strada per chi circola sulla corsia di emergenza : sospensione della patente da 2 a 6 mesi, decurtazione di 10 punti della patente e sanzione amministrativa di 422 euro. Sanzione che seppur pesante per chi commette l’infrazione, non è mai abbastanza se commisurata all’eventuale ritardo di un ambulanza per intralcio sulla corsia di emergenza, che può costare una vita.


I poliziotti oltre alla corsia di emergenza hanno contestato 12 sanzioni per l’uso di cellulare durante la guida, 6 sanzioni per mancato uso di cinture e 12 mancate revisioni dell’auto. Alla fine dei controlli, la task force della polizia aveva fermato 100 persone e 79 veicoli.


Gli agenti della Polizia di Stato in servizio alla Polizia Stradale vigilano giorno e notte il GRA, 24 ore su 24, con almeno 14 pattuglie a cui si aggiungono servizi straordinari di controllo, come quello dedicato appunto al contrasto dell’uso abusivo della corsia d’emergenza.

L'articolo prosegue subito dopo


Ricordiamo che il codice della strada regola che la corsia d’emergenza è riservata al transito dei veicoli di soccorso come quelli di Polizia, Vigili del Fuoco e ambulanze e può essere  impegnata solo per situazioni riconducibili appunto ad uno stato di emergenza, come un malessere del conducente o dei passeggeri o l’inefficienza del veicolo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*