Maxi truffa fiscale per 200 milioni

Milano

Maxi truffa fiscale per 200 milioni

Una enorme frode organizzata attraverso società “cartiere” (società la cui attività consiste nello stampare fatture false, allo scopo di frodare l’Iva e di ottenere fondi europei) fra Italia e ambito comunitario, è stata scoperta dalla guardia di Finanza di Milano. Oltre 200 milioni di euro di imposte evase, quattro persone arrestate e 13 indagati.

La truffa è emersa dopo controlli incrociati in ambito bancario. Le indagini hanno portato all’individuazione di 4 societa, tra Lombardia e Lazio, che attraverso intermediazione di imprese inesistenti, intestate a prestanome e di cui risultavano clienti, accumulavano iva a credito (a fronte di acquisti in realtà mai effettuati) da detrarre dalle imposte: ciò permetteva loro di proporre prezzi più bassi, difficilmente praticabili dalla concorrenza.

L’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro preventivo, per un importo superiore a 12 milioni di euro, di beni riconducibile a 13 indagati. E’ stata accertata un’evasione Iva per oltre 17 milioni di euro, con il conseguente recupero a tassazione per oltre 100 milioni ai fini delle imposte dirette e oltre 87 milioni ai fini dell’Irap.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche