Mazara del Vallo, indagato il vescovo dei migranti

News

Mazara del Vallo, indagato il vescovo dei migranti

Domenico Mogavero, vescovo della diocesi di Mazara del Vallo, nonché ex sottosegretario della Conferenza episcopale italiana e Commissario Cei per le migrazioni, è ora indagato dalla Procura di Marsala con l’accusa di presunte anomalie nella gestione dei beni all’interno della Curia di Mazara. In particolare, all’alto prelato si contesta di essersi appropriato indebitamente di circa 180 mila euro appartenenti alla Curia.

Nell’inchiesta dei magistrati è finito anche l’ex economo, don Franco Caruso, sul quale pende l’accusa di appropriazione indebita e malversazione: pare sia venuto in possesso di 120 mila euro appartenenti alla diocesi. Sempre Caruso, poi, avrebbe destinato 250 mila euro a finalità diverse da quelle caritatevoli che la Cei aveva previsto.

La vicenda è piuttosto intricata, ora al vaglio degli inquirenti vi è anche il rapporto che il vescovo Mogavero avrebbe avuto con don Vito Caradonna, un sacerdote di Marsala che era stato sospeso dal servizio per violenza sessuale. Pare che anche Caradonna abbia ricevuto delle somme che non avrebbe dovuto percepire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...