Meccanica della malattia di Alzheimer COMMENTA  

Meccanica della malattia di Alzheimer COMMENTA  

La malattia di Alzheimer è una forma di demenza caratterizzata dalla degenerazione del tessuto sano all’interno del cervello. La meccanica, o meccanismi della malattia, seguono alcuni schemi generali di sviluppo.

I fatti
Il National Institute on Aging (NIA) riferisce che i ricercatori non sanno esattamente perché l’Alzheimer inizia in un dato individuo. È noto, tuttavia, che i cambiamenti del cervello che eventualmente attivano l’Alzheimer possono iniziare 10-20 anni prima che si manifestano i sintomi.


Placche e grovigli
La Mayo Clinic e l’Associazione Alzheimer hanno notato che due strutture anomale — note come placche amiloidi e ammassi neurofibrillari — appaiono nel cervello di individui con Alzheimer.


Morte delle cellule cerebrali
L’accumulo di placche amiloidi e ammassi neurofibrillari degrada le capacità funzionali e di comunicazione delle cellule cerebrali, osserva il NIA. Alla fine, le cellule cerebrali cominciano a morire.

L'articolo prosegue subito dopo


Danni Progressivi
Con il tempo, la morte delle cellule del cervello si estende in una zona del cervello chiamata ippocampo, riporta il NIA. L’ippocampo ha un ruolo fondamentale nella capacità del cervello di formare ricordi.

Effetti avanzati
Avanzando la morte delle cellule cerebrali provoca contrazione nelle zone colpite del cervello. Alla fine, questo processo provoca danni diffusi al cervello, osserva il NIA.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*