Mediaset, giudici decidono su stop processo

Cronaca

Mediaset, giudici decidono su stop processo

La difesa di Silvio Berlusconi, uno degli imputati per il caso Mediaset, hanno avanzato richiesta di legittimo impedimento e, più in particolare, richiesta di sospensione del processo a dopo le elezioni. I giudici della seconda Corte d’Appello di Milano si sono dunque ritirati in Camera di Consiglio per decidere sull’istanza presentata.

“E’ un fatto notorio che l’ex premier sia un politico, presidente di partito” e che pertanto in questo periodo e’ “impegnato nella campagna elettorale”, ha sottolineato l’avvocato Piero Longo nel proporre l’istanza. Alla richiesta della difesa, si è opposta la pubblica accusa: secondo l’avvocato generale Laura Bertolè Viale infatti, Berlusconi “è capo di una lista ma non è ancora candidato”. Una linea condivisa anche dall’avvocato dello Stato, Gabriella Vanadia, che rappresenta l’agenzia delle entrate.

Lo scorso 4 gennaio, proprio l’agenzia delle entrate ha inviato a Berlusconi la richiesta di pagamento di 10 milioni di euro, più interessi, entro trenta giorni, denaro legato alla precedente sentenza di condanna a 4 anni di reclusione per l’ex premier, accusato di frode fiscale per presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv Mediaset, per le quali oggi è iniziato il processo di secondo grado.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche