Mediazione Onu fallita, Libia allo sbando

News

Mediazione Onu fallita, Libia allo sbando

L’accordo presentato dall’ONU per la stabilizzazione della situazione in Libia è stato bocciato.

La notizia, dopo che già ieri erano circolate voci su un parere negativo da parte del Parlamento di Tobruk (l’unico organo istituzionale libico al momento riconosciuto a livello internazionale, ma di certo non l’unico di cui si debba tenere conto nel panorama politico libico), è ormai ufficiale.

La quarta bozza di accordo predisposta dal rappresentante delle Nazioni Unite Bernardino Leon è stata discussa nella giornata di ieri a Berlino e il risultato dei colloqui rappresenta, di fatto, il fallimento della strategia internazionale di affidare all’ONU l’incarico di mediazione per la formazione di un governo di unità nazionale.

Sulla precedente proposta il parere negativo era stato espresso dall’assemblea nazionale di Tripoli, l’ala politica filo islamica che raccoglie importanti consensi. Leon, a suo tempo, dichiarò che avrebbe cambiato ben poco della terza bozza e, invece, secondo Tobruk, le modifiche sono state consistenti e, al diplomatico, qualcuno ha affibbiato il nomignolo di ‘voltagabbana’.

Soprannome peggiore, per un diplomatico con l’incarico di Leon, forse non ci potrebbe essere.

Ora la comunità internazionale dovrà ripensare la propria strategia, con il tempo che diventa sempre meno, per giunta, perché, il 18 giugno prossimo, inizierà il Ramadan.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche