Medicina estetica, le donne non rinunciano COMMENTA  

Medicina estetica, le donne non rinunciano COMMENTA  

Un sondaggio realizzato su un gruppo di 300 donne italiane di età compresa tra i 40 e i 55 anni rivela che una su due è disposta a risparmiare sulla spesa pur di mettere da parte i soldi necessari per sottoporsi a trattamenti di medicina estetica. Buone notizie, quindi, per i chirurghi estetici, che in piena crisi economica non hanno alcun problema.


Le donne affrontano la crisi senza trascurare il loro aspetto. Anzi, optando per il botulino o il filler, peeling e iniezioni rivitalizzanti, preservano nel tempo la giovinezza della pelle.

C’è anche da sottolineare che i costi dei trattamenti non sono più proibitivi come qualche anno fa, ma accessibili anche a chi non ha grandi disponibilità economiche.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*