Medicine per il raffreddore

Guide

Medicine per il raffreddore

Ecco come usare le medicine per il raffreddore.

Il raffreddore è uno stato infiammatorio della mucosa nasale, caratterizzato da bruciore alle narici , cefalea,scolo nasale, che può durare in genere, 4-5 giorni.

L’eziologia di gran lunga più frequente è quella virale, ma sono noti anche raffreddori di natura batterica e tossiche.

Il raffreddore è pericoloso nei lattanti perché rende difficile la suzione compromettendo l’alimentazione, può associarsi a vomito e diarrea e infiammare gli organi prossimali provocando complicazioni anche gravi (otiti, sinusiti, meningiti).

La terapia comprende la somministrazione locale o per via generale di vasocostrittori e antistaminici per bloccare la secrezione nasale ed eventualmente di antinfiammatori e febbrifughi.

Medicine per emorroide

Dilatazione varicosa di uno o più rami delle vene emorroide.

Le emorroide vengono distinte in esterne quando sono situate al di sotto della linea anorettale, interne quando sono situate al di sopra.

Si possono riconoscere diverse cause: fragilità costituzionale del sistema venoso anorettale, fattori ereditari, errori alimentari, vita sedentaria, gravidanza, ecc.

La sintomatologia delle emorroidi esterne inizia con senso di peso anale, in uno stadio più avanzato vi è comparsa di dolore, bruciore, prurito,talvolta secrezione seriosa e piccole emorragie.

La terapia consiste nell’applicazione locale di farmaci astringenti, emostatici, anestetici, spasmolitici, associati spesso a sostanze vasocostrittrici (adrenalina), antiflogistiche (cortisonici) e antibiotiche.

Le varicosità che derivano dallo sfiancamento delle pareti venose dei plessi vengono talora ridotte, oltre che per via chirurgica, mediante iniezioni sclerosanti che determinano l’obliterazione nei territori venosi interessati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...