Il medico Karlsson accusa Ibrahimovic: ‘Era dopato quando giocava nella Juventus’ COMMENTA  

Il medico Karlsson accusa Ibrahimovic: ‘Era dopato quando giocava nella Juventus’ COMMENTA  

Ibrahimovic

Non faranno di certo piacere ai tifosi della Juventus la notizia che giunge dalla Svezia, riportata dal quotidiano SportBladet secondo la quale, il medico svedese Ulf Karlsson, nel corso di una intervista in conferenza stampa avrebbe rivelato che Zlatan Ibrahimovic faceva uso di doping all’epoca in cui militava nella squadra bianconera.

Ulf Karlsson è un medico molto conosciuto in patria per essere stato medico delle selezioni svedesi di atletica e per avere già ammesso, diverso tempo fa, di avere dopato alcuni atleti svedesi.’Ibrahimovic aumentò di 10 chili in soli sei mesi – ha dichiarato il medico – durante la sua avventura alla Juventus. Credo che era dopato, perlomeno questo è ciò di cui sono convinto’.

Nel suo j’accuse ha coinvolto anche l’ex centrocampista di Juventus e Cagliari, Albin Ekdal, che avrebbe fatto anch’egli uso di sostanze dopanti per ottenere benefici fisici. Ekdal, ai tempi in cui militava nella Juventus, avrebbe perso 8 chili in pochissimo tempo e questo lo ha portato a dedurre che facesse uso di farmaci proibiti. Adesso Karlsson si è fatto paladino dello sport sano e pulito e per questo avrebbe denunciato il malcostume imperante nello sport di oggi.

Sulle accuse a Ibrahimovic, lo stesso si è detto sorpreso delle reazioni alla clamorosa indiscrezione: ‘Abbiamo avuto un dibattito su tutti gli aspetti negativi dello sport e sul doping e abbiamo evidenziato ciò che è accaduto alla Juventus nei primi anni 2000.

E’ un peccato se si percepisce questo come un’accusa personale a Zlatan. La mia dichiarazione era volta a creare una discussione sul doping nello sport di squadra’.

Leggi anche

Sport

Come dimagrire con la corsa

Running, running e running: ecco come dimagrire in salute, allena il tuo fisico ad un’attività fisica costante, quotidiana e moderata … i risultati sui “rotolini” di troppo saranno subito evidenti Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*