Medico prende a pugni un paziente, ‘ero stanco’ COMMENTA  

Medico prende a pugni un paziente, ‘ero stanco’ COMMENTA  

Una scena che ha dell’incredibile è quella che è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso, in una stanza del Centro Federale per la Chirurgia Cardiovascolare di Perm, in Russia. Nelle immagini si vede un paziente, dopo un intervento chirurgico, steso a letto con un grande cerotto sul petto e la mascherina per l’ossigeno. A pochi passi un medico che gli si avvicina sferrandogli due pugni uno dei quali raggiunge il paziente al petto. Si tratta del dottor Andrey Votyakov, un anestesista conosciuto che, interrogato dalle forze dell’ordine, ha spiegato di averlo fatto solo perchè era “molto stanco”, reduce da un turno di 36 ore. Ha spiegato di essersi arrabbiato perchè il paziente lo ha preso a male parole: “Appena sono entrato nella stanza ha cominciato a chiamarmi in modo offensivo. Avevamo speso tanto di quel tempo per lui in sala operatoria, e non ha avuto nemmeno una parola di gratitudine. A questo si è aggiunta la stanchezza, l’ho preso a pugni diverse volte”.


Quanto venuto alla luce in questi giorni risalirebbe al mese di febbraio: il paziente è deceduto pochi giorni dopo anche se, a quanto sembra, non a causa dei pugni del dottore.

Il video ha comunque scatenato non poche polemiche e nonostante l’anestesista si sia scusato con i genitori dell’uomo, la polizia sta indagando sul suo conto.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*