Meno carrararmati e più pensioni COMMENTA  

Meno carrararmati e più pensioni COMMENTA  

nullC’è un tempo in cui si costruisce e un tempo in cui si demolisce.
Vale per gli individui, vale per la società, nel sud complesso. D’altronde se non liberi il terreno dagli avanzi del passato, non hai spazio per edificare il nuovo. E infatti questo è un tempo di ruspe, di bombe, di picconi, con che bersaglio perforano il paesaggio dei diritti fabbricato durante il novecento. A partire dai diritti sociali, il cui seme fu deposto nella costituzione di Weimar del 1919. Pi nel new deal di Roosevelt lungo gli anni trenta, infine nelle carte costituzionali del secondo dopoguerra. Diritto all’istruzione, alla sanità gratuita, al lavoro, alla casa, alla pensione. Ormai ne restano macerie. Ma in questo caso è dubbio che ai vecchi diritti subentreranno nuove forme di protezione collettiva.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*