Menù nozze: piatti leggeri e biologici

Cucina

Menù nozze: piatti leggeri e biologici

La tendenza al bio e alla cucina leggera iniziano a trovare spazio anche al ricevimento di nozze. In effetti è ormai superata la mixture di pesce e carne, che invece era frequente nei banchetti nuziali fino a qualche anno fa. Oggi la riuscita di un banchetto di nozze non si misura con la quantità di piatti offerti, né saziando gli invitati con tanti antipasti, ma proponendo assaggi nella quantità giusta e in tempi relativamente brevi, onde evitare l’effetto sonnolenza degli invitati. Gli antipasti sono ottimi se serviti in piedi, a buffet, accompagnati da succhi analcolici ed uno spumante leggero. L’ideale è servire tartine da assaggio, tutte monoporzioni in modo da evitare l’uso delle posate.

Per i primi piatti sono di moda due piatti in una sola portata, che consentono il doppio sapore ma in modo più garbato e veloce, quindi meno pesante. I secondi piatti andrebbero serviti rigorosamente in un’unica portata, accompagnata da una varietà di contorni freschi di stagione (meglio verdura cruda che cotta).

E’ sempre preferibile un intervallo con il sorbetto tra i primi e i secondi piatti.

Prima del dessert è di moda servire il buffet di formaggi, mostarde e marmellate, allestito nello stesso spazio in cui si è servito l’antipasto iniziale. Si conclude poi con la torta e gli immancabili confetti. Se ci sono parecchi bambini con gli invitati al matrimonio, predisponete un menù che sia adatto a loro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

sea-cucumber-2064541_960_720
Cucina

Come preparare i cetrioli di mare

17 ottobre 2017 di Notizie

I cetrioli di mare sono una classe degli Echinodermi. Sono diffusi sui fondali marini di tutto il mondo e sono caratterizzati da un corpo cilindrico allungato. Il loro nome deriva dalla somiglianza morfologica all’ortaggio. Questi abitanti del fondo oceanico sono prelibatezze in alcune cucine etniche. Come cucinarli e quali sono rischi di un eccessivo consumo.