Mercato: Amauri-Fiorentina, ci siamo COMMENTA  

Mercato: Amauri-Fiorentina, ci siamo COMMENTA  

Dopo sei mesi da separato in casa, costretto ad allenarsi in disparte e senza mai essere preso in considerazione dalla nuova gestione tecnica, Amauri sta per lasciare la Juventus in direzione Firenze. La formula è quella del prestito semestrale dopo il quale il giocatore, il cui contratto con i bianconeri scadrà nel prossimo giugno, sarà svincolato. L’ufficialità non c’è ancora ma potrebbe arrivare già nelle prime ore di giovedì: se infatti l’atteso incontro tra il manager del giocatore, Pocetta, e la dirigenza juventina non aveva portato all’intesa sulla buonuscita, ovvero la parte rimanente tra i due milioni che ancora spettano ad Amauri per questa stagione e l’offerta di 1,2 della Fiorentina, in serata dopo un altro giro di colloqui stata raggiunta un’intesa di massima a metà strada tale da soddisfare il giocatore ed il suo staff.


Tormentone concluso, quindi. Finalmente, viene da dire ad entrambe le parti: alla dirigenza juventina, cui i tanti no dell’italo-brasiliano nella scorsa estate (su tutti quello all’Olympique Marsiglia quando l’affare sembrava chiuso) hanno causato un importante danno economico costringendola a pagare l’elevato ingaggio (3,8 milioni netti annui) ad un giocatore ormai fuori dal progetto tecnico, ma anche allo stesso giocatore che un anno dopo la fortunata esperienza semestrale a Parma torna a rimettersi in gioco, sebbene il contesto sia diverso e per certi versi più difficili.

Se infatti in Emilia i gol di Amauri aiutarono a raggiungere una salvezza quasi mai in discussione, in viola l’attaccante troverà un ambiente dilaniato da polemiche, contestazioni e scetticismo.

Difficile che la classifica possa ulteriormente peggiorare ma Amauri ha comunque tutto da perdere: il suo arrivo colma il vuoto lasciato dalle partenze di Gilardino e Santiago Silva ma il fatto di essere l’unica prima punta in organico non gli garantirà certo il posto fisso che potrà arrivare solo di fronte a prestazioni convincenti e gol importanti.

L'articolo prosegue subito dopo

Quelli che Amauri è finalmente disposto a segnare.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*