Mercato, Genoa: ciao Merkel, trattativa avanzata per Cerci

Calcio

Mercato, Genoa: ciao Merkel, trattativa avanzata per Cerci

Sempre e soltanto Genoa. Dall’anno del ritorno in Serie A non c’è sessione di mercato che non abbia visto il Grifone in prima linea: che sia luglio o gennaio i rossoblù sono protagonisti di una ventina di operazioni tra entrate ed uscite. Non sempre però la ciambella riesce con il buco perché a furia di smontare e rimontare la squadra i risultati talvolta vengono meno o si rischia di assistere a stagioni di alti e bassi come quella in corso. Eppure il presidente Preziosi non si ferma e prepara colpi ad effetto anche per le ultime due settimane delle trattative invernali. Dopo gli arrivi di Gilardino e Biondini, infatti, il neo-tecnico Pasquale Marino si prepara ad accogliere almeno un altro paio di volti nuovi, uno a centrocampo ed uno in attacco. Ancora fitto riserbo sul primo nome che dovrà andare a colmare il vuoto lasciato da Alexander Merkel: la talentuosa mezzala kazako-tedesca, infatti, ha fatto ufficialmente ritorno alla casa madre, quel Milan ora in seria emergenza a centrocampo ma non disposto ad aprire i cordoni della borsa per anticipare l’arrivo, già di fatto certo per giugno, di Riccardo Montolivo.

Da qui l’idea di puntare sul ragazzo del vivaio, che rimane al 50% tra i due club ma che chiuderà la stagione in prestito in rossonero.

L’addio di Merkel, protagonista di un girone d’andata più che positivo considerate anche le difficoltà della squadra, era stato di fatto anticipato dal presidente Preziosi già domenica pomeriggio dopo la vittoria contro l’Udinese: “Merkel? Vorrei rimanesse con noi ma mi preme anche che il giocatore sia felice: se mi dirà di voler tornare al Milan non potrò oppormi”. Parole che di certo non fanno piacere ai tifosi genoani, che da tempo vedono di cattivo occhio il rapporto strettissimo con i rossoneri, una partnership che ai rossoblù ha portato ben pochi vantaggi tecnici. Un centrocampista insomma arriverà ma il ds Capozucca sta lavorando nell’ombra, senza far filtrare alcun nome. E’ filtrato eccome invece quello di Alessio Cerci il cui arrivo dalla Fiorentina è molto probabile: i Viola chiedono però non meno di sei-sette milioni di euro, una cifra considerevole visto che il giocatore è in aperta rottura con la piazza e quindi quasi “costretto” ad andarsene ma il Genoa non si rassegna e proverà a spuntare uno sconticino.

L’arrivo di Cerci, perfetto per il 4-3-3 di Marino, dovrebbe compensare quello sempre più difficile di Beppe Sculli: l’attaccante esterno della Lazio, ormai fuori dai piani di Reja, farebbe carte false per tornare al Ferraris ma al momento manca l’accordo visto che il Genoa è disposto solo ad un’operazione in prestito.

Infine, il Genoa si prepara a riscattare dal Chievo l’altra metà del difensore Acerbi, quasi mai utilizzato in Veneto: ma l’ex reggino non si fermerà in Liguria bensì verrà nuovamente ceduto al 50% allo scatenato Sassuolo per una cifra di poco inferiore ai 2 milioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche