Mercato: Empoli e Maccarone di nuovo insieme COMMENTA  

Mercato: Empoli e Maccarone di nuovo insieme COMMENTA  

A volte tornano, e se è una questione di duplice interesse tanto meglio. Massimo Maccarone è di nuovo un giocatore dell’Empoli: la firma è avvenuta nella mattinata di giovedì e regala un significativo impulso al mercato della società toscana, pienamente coinvolta nella lotta per non retrocedere in Prima Divisione. Big Mac ha atteso a lungo un cenno dall’altro suo amore calcistico, il Siena, ma la società del presidente Mezzaroma non ha dato seguito alle manifestazioni di interesse di inizio mercato così l’attaccante ha optato per il ritorno in maglia azzurra, buono per rilanciare la squadra ma pure per un nuovo slancio della carriera dell’attaccante. Esaurito ma solo temporaneamente, visto che la cessione è avvenuta in prestito, il tormentato rapporto con la Sampdoria durato esattamente un anno, visto che la società blucerchiata l’aveva acquistato proprio il 24 gennaio 2010 per tamponare l’addio di Pazzini, Maccarone a Genova ha segnato appena sette gol in quaranta presenze e, finito nel mirino dei tifosi per il mancato apporto dato lo scorso anno per evitare la retrocessione, cercherà riscatto nella società che l’ha lanciato nel grande calcio, conducendolo fino al clamoroso esordio in Nazionale (due presenze complessive) avvenuto il 27 marzo 2002 nell’amichevole di Leeds contro l’Inghilterra quando, nella gestione Trapattoni, Maccarone seppe conquistarsi un calcio di rigore poi trasformato da Montella.


Montella, già, altro grande bomber della storia dell’Empoli che ora si affida alla propria storia per evitare una rovinosa caduta in terza serie dopo sedici anni ininterrotti tra A e B.

Con l’innesto di Maccarone il reparto offensivo dei toscani è paragonabile a quello di una squadra in lotta per la promozione: Coralli e Tavano, prossimo al rientro, garantiscono infatti già di loro un bottino di reti che torna a far sperare il presidente Corsi, dopo l’insolita contestazione subita martedì quando un gruppo di tifosi azzurri ha acceso fumogeni durante l’allenamento chiedendo un colloquio con società e giocatori.

E se questi ultimi potranno rispondere solo in campo, la dirigenza ha messo a segno un colpo che la dice lunga sulla volontà di uscire da una situazione imprevista ed imprevedibile.

L'articolo prosegue subito dopo

Il mercato dell’Empoli comunque non si ferma qui: è caccia ad un centrocampista, che potrebbe essere il frusinate Bottone, e ad un altro attaccante, sebbene la possibilità Lanzafame sembri ormai tramontata. Sfuma invece l’arrivo dello svincolato Belardi, vicinissimo alla Reggina: d’altronde il problema dell’Empoli attuale non è proprio quello del portiere.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*