Mercato: la Juve prende Simone Padoin COMMENTA  

Mercato: la Juve prende Simone Padoin COMMENTA  

Soluzione a sorpresa per il centrocampo juventino. Nella tarda serata di lunedì i bianconeri hanno infatti aperto e chiuso in poche ore la trattativa con l’Atalanta per l’arrivo in Piemonte di Simone Padoin: affare-lampo concluso sulla base di cinque milioni di euro più bonus che arriveranno nelle casse della società neroblu. Il giocatore di origini friulane, cresciuto nel vivaio atalantino, ha ovviamente subito dato la propria disponibilità per la buona riuscita dell’affare che ha ricevuto la benedizione anche di Antonio Conte, che allenò Padoin nella breve esperienza sulla panchina orobica durante la stagione 2009-2010. Curiosa la storia di Padoin, già vicino alla Juventus durante la scorsa stagione quando fu un altro tecnico che ha saputo apprezzarne le sue doti di duttilità, Luigi Delneri, a premere per il suo arrivo. Il giocatore peraltro partecipò alla tournée in Nord America della Juventus al termine della scorsa stagione.

Leggi anche: Juventus, colpo Axel Witsel: in arrivo anche Cuadrado dal Chelsea


L’accelerata all’affare-Padoin è stata data dopo che la Juventus ha compreso le difficoltà nell’arrivare a Radja Nainggolan, il mediano del Cagliari richiesto espressamente da Conte: per il momento Cellino non sembra disposto a cedere ma di sicuro Marotta tenterà l’impossibile fino alle 19 del 31 gennaio.

Leggi anche: Calciomercato: Gervinho vola in Cina, l’Inter stringe per Eder

L’arrivo di Padoin infatti non sembra essere destinato a chiudere il mercato juventino nonostante si tratti di un giocatore estremamente duttile, capace di adattarsi tanto da esterno di un centrocampo a quattro o a cinque quanto da interno.

L’ideale insomma per il calcio-totale di Conte ma Padoin sembra destinato a colmare il vuoto lasciato da Pazienza, in procinto di trasferirsi all’Udinese.

L'articolo prosegue subito dopo

Ancora un colpo quindi al mercato bianconero: Palombo o Nainggolan?

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*