Mercedes CLS: caratteristiche, prezzi, consumi, motori

Mercedes CLS: caratteristiche, prezzi, consumi, motori

Motori

Mercedes CLS: caratteristiche, prezzi, consumi, motori

Mercedes CLS
La Nuova Mercedes CLS: i pregi e i difetti del nuovo modello.

La nuova Mercedes CLS si presenta in grande stile con una serie di migliorie interessanti. Scopriamo insieme una delle berline-coupé più intriganti

La Mercedes CLS si rinnova e lo fa con un restyling sobrio ma al tempo stesso riuscito, mettendo in risalto il punto di riferimento nella categoria delle berline-coupé. Vediamo insieme quali sono le importanti novità in casa Mercedes.

Caratteristiche

La carrozzeria della nuova Mercedes CLS si dimostra muscolosa e al tempo stesso grintosa, conservando un carattere molto sportivo e dalle linee aerodinamiche, caratterizzata dal tetto molto inclinato che confluisce nella coda dinamica e slanciata. La parte frontale è uno degli elementi di maggiore rinnovamento, in cui domina il grande cofano proteso verso il basso con al centro il simbolo inconfondibile Mercedes della stella a tre punte circondato da ampie prese d’aria con disegno a nido d’ape.

Le novità riguardano anche la parte posteriore dove a dominare sono i fari a LED, che garantiscono una visibilità migliore. L’accessibilità alla vettura della CLS è garantita da quattro grandi porte e l’abitabilità e il confort per le quattro persone che possono essere ospitate sono assicurate da altrettante poltrone singole, comodissime; l’aggiornamento di quest’anno ha reso l’abitacolo ancor più elegante e sontuoso.

Trattandosi di Mercedes, la qualità delle finiture e i materiali utilizzati sono chiaramente di altissima qualità e le dotazioni di serie sono molto ricche.

Gli inserti in legno o in nero Pianoforte, le superfici cromate color argento, il grande display e l’orologio analogico: sono tutti elementi che danno un senso di artigianalità in un ambiente classico-sportivo.

Optional

Tra le dotazioni opzionali della classe CLS, che aiutano a garantire un viaggio in completo relax, troviamo una serie di dispositivi di assistenza alla guida coi quali il guidatore assume informazioni preziose come la presenza di pedoni oppure di ostacoli sulla carreggiata, sino ad indicare i limiti di velocità dei cartelli stradali o la manovra corretta per eseguire facilmente il parcheggio.

Le CLS sono dotate di trazione posteriore, eccezion fatta per la 4MATIC che ha la trazione integrale, e di cambio automatico a sette o a nove marce.

Dimensioni auto e bagagliaio

Le dimensioni della nuova Mercedes CLS sono le seguenti: lunghezza di 493 cm, larghezza di 188 cm e altezza di 141 cm per un peso di 2260 chilogrammi.

Il bagagliaio ha una capienza di 520 litri.

Quanto consuma

I consumi del Mercedes CLS variano innanzitutto a seconda della motorizzazione scelta. Per quanto riguarda le versioni benzina, si parte dalla CLS 400 Sport, che consuma 13,7 km/litro, si scende a 11,1 km/litro con il CLS 500 Premium per arrivare al CLS 63 AMG 4Matic che fa 9,6 km/litro in ciclo combinato. Passando ai modelli diesel, ovviamente la situazione migliora notevolmente: le versioni che consumano di meno sono le CLS 220 e 250 d Sport con 1,7 km/litro. Invece quello che consuma di più è il CLS 350 d 4Matic Sport, che arriva a 16,9 km/litro.

Motori

I motori disponibili nella gamma della nuova Mercedes CLS sono sette: quattro a benzina e tre turbodiesel, tutti ovviamente Euro 6 e dalle prestazioni molto soddisfacenti. Vediamoli più nel dettaglio. Partendo dai modelli benzina, troviamo il 3.5 V6 a iniezione diretta da 333 CV (245 KW), che rappresenta il più piccolo in termini di prestazioni e poi il 4.7 V8 da 408 CV.

Poi possiamo alle versioni più “cattive”: il 5.5 V8 da 557 CV o 585 CV nella versione 63 AMG S 4MATIC. Passando ai modelli turbodiesel, abbiamo un 2.1, 4 cilindri da 170 o 204 CV e un 3.0 V6 da 258 CV, che nella versione 4MATIC, vale a dire quella con 4 ruote motrici, scende a 252 cavalli. I motori della classe CLS utilizzano la tecnologia BlueEfficiency, che permette di ridurre sensibilmente i consumi e le emissioni.

Listino prezzi

Il listino prezzi della nuova Mercedes CLS è ampio: si parte da 58.564 Euro della versione 220 d Sport sino ai 143.202 Euro nella versione 63 AMG S 4Matic. Nel mezzo troviamo modelli diesel che possono essere acquistati con una media di 70.000 Euro mentre per quelli benzina le cifre si alzano, a parità dei cavalli e delle prestazioni: occorrono in media 10-15.000 Euro in più.

In conclusione, per acquistare la nuova Mercedes CLS occorre un bel portafoglio perché servono diverse migliaia di Euro in più rispetto alla classe E, anche se meno rispetto alla maggior parte delle sue concorrenti.

Visto che si parla di un’ammiraglia ma dal carattere sportivo, la versione della nuova Mercedes CLS consigliata è quella col motore V6 da 333 CV, dove le prestazioni sono garantite e la grinta non manca. Questo anche in termini di consumi, con una media di 13,7 km/litro contro i 18,5 del modello a gasolio. Tutto ciò è possibile anche grazie al sistema start/stop di serie. Per chi invece ha necessità di percorrere diverse migliaia di chilometri in un anno e di conseguenza tenere sotto controllo i consumi, il modello più indicato resta il CLS 220 d Sport.

Perché scegliere Mercedes CLS?

Quali sono i motivi per cui dovremmo comprare la nuova Mercedes CLS? Di sicuro la dotazione di serie, che appare notevole.

Si va dai sensori di parcheggio con Park Assist ai sette airbag, dal cruise control ai vari dispositivi per la sicurezza come l’Attention Assist, che serve ad avvertire il guidatore in caso di sonnolenza alla guida. Un altro punto a favore è senz’altro il cambio automatico, apparso molto comodo e funzionale nell’inserimento delle marce. I motori sono sembrati brillanti, sia i benzina che quelli turbodiesel, ma al tempo stesso attenti ai consumi, non troppo elevati se messi in relazione alle prestazioni. Per finire il confort, dove l’abitacolo si conferma insonorizzato e molto accogliente per i passeggeri a bordo, i quali possono godere di qualsiasi comodità.

Invece quali sono i punti a sfavore? Di contro abbiamo lo sterzo, che non si sposa affatto con l’indole sportivo della vettura; sarebbe dovuto essere più diretto e sensibile. L‘accessibilità all’abitacolo non è delle più comode, visto che il tetto è molto basso e dunque per accedere dietro, i passeggeri devono chinarsi e di molto.

Il mezzo risulta poco arioso a causa dei finestrini piccoli che lasciano passare poca luce e di conseguenza la sensazione di spazio è ridotta. Infine la visibilità posteriore durante la retromarcia è un po’ complicata, soprattutto nella valutazione della coda. Anche le dimensioni del lunotto non aiutano affatto.

Per concludere, valutando tutte le componenti, acquistare la nuova Mercedes CLS sembra un buon investimento, per chi se la può permettere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche