Merenda sinoira nel giardino della casa circondariale di Alba

Attualità

Merenda sinoira nel giardino della casa circondariale di Alba

Martedì 11 Settembre, nella Casa Circondariale G. Montalto di Alba (CN), si terrà una cena picnic a cura dello chef stellatoMaurilio Garola e dell’associazione Sapori Reclusi.
Per Maurilio Garola, chef stellato Michelin e patron del ristorante La Ciau del Tornavento a Treiso, questa è l’occasione per amalgamare ancora una volta cucina ad altissimo livello e impegno sociale.
Sapori Reclusi è un’associazione che, partendo dal comune bisogno dell’uomo di nutrirsi, ha il desiderio di far avvicinare uomini e donne che vivono nascosti agli occhi dei più al resto della società.
Lo scopo di Sapori Reclusi è andare oltre le barriere fisiche o mentali del carcere, ovvero nell’intimità delle persone stesse, per ascoltare e comprendere al di là di stereotipi e preconcetti.
IL PROGRAMMA
Dopo un aperitivo musicale di benvenuto avrà inizio il picnic, a base di verdura e frutta che deriva dalle coltivazioni delle carceri e prodotti del commercio equo 2

e solidale e dalle terre confiscate alla mafia forniti dalla Coop.

Quetzal di Alba.
Il luogo prescelto è il giardino del cortile della Casa circondariale G. Montalto di Alba. In caso di brutto tempo la serata si svolgerà nelle sale interne che saranno per l’occasione allestite.
Saranno distribuiti ai partecipanti dei cestini (uno per 2 persone) contenenti 2 tovagliette, pane, 2 bottigliette d’acqua, posate e le prelibatezze scelte per la serata.
Gli ospiti si accomoderanno su un plaid (l’organizzazione ne metterà a disposizione qualcuno ma si consiglia di portarne uno da casa), per gustare nell’angolo del giardino prescelto i piatti realizzati dai detenuti, sotto la guida dello chef Garola e di due suoi collaboratori.
GLI INGREDIENTI CHE FANNO LA DIFFERENZA
Una serata dall’alto valore sociale diventa un momento di scambio e relazione.
Il carcere apre le sue porte e si trasforma in un ristorante, ma anche prato ideale, spazio incontaminato, luogo scelto e preferito per trascorrere una serata in compagnia.
Ecco il senso profondo di questo picnic: da semplice momento aggregativo, la cena si trasforma in occasione unica per fondere impegno sociale, conoscenza e divertimento.

E in un’esperienza gratificante e formativa per i detenuti. 3

UN DOPPIO INVITO
La Casa Circondariale G. Montalto da anni è impegnata nella realizzazione di progetti finalizzati al reinserimento sociale dei detenuti. Dopo il bel risultato del vino VALELAPENA, si intende sviluppare l’Apicoltura.
Già da alcuni anni si realizza un corso di formazione per apicoltori ma solo oggi si è arrivati ad avere un apiario dotato di 5 arnie collocate nel giardino del cortile interno. Ma occorrono le attrezzature per produrre il miele. La congiuntura economica che il Paese attraversa ha investito anche il carcere che si è visto ridurre drasticamente i fondi da destinare a questo tipo di investimenti.
L’intero ricavato della cena verrà quindi devoluto al laboratorio di Apicoltura della Casa Circondariale di Alba G. Montalto per l’acquisto di uno smielatore, strumento indispensabile per estrarre il miele dai favi e poter aumentare la produzione del lavoro dei detenuti.
Sebbene il panorama generale sia caratterizzato da difficoltà economiche e mancanza di fondi, il Comune di Alba, che da sempre guarda al carcere e alle sue attività, è convinto dell’importanza dell’attività sociale svolta con i detenuti e si impegna perché possa continuare, tramite un costante dialogo con la direzione.

Anche quest’anno inoltre, durante la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba, domenica 7 Ottobre in Piazza Pertinace sarà presente “Vale La Pena”, il mercatino dei prodotti dal carcere e dai terreni confiscati alle mafie.
UN MENU DA RICORDARE
Tonno di coniglio
Insalata russa
Giardiniera
Frittata
Acciughe sott’olio
Cacciatorino
Contemporaneamente, su alcuni tavoli verranno sistemati vini (“Valelapena” e vini del territorio), serviti a bicchiere di vetro, e agnolotti del plin al fumo.
Inoltre ci sarà un buffet di formaggi con miele (del carcere) e nocciole, sorbetto o gelato in cono, caffè. 4

L’appuntamento è per Martedì 11 Settembre alle ore 18.30 presso la Casa Circondariale di Alba G. Montalto, Via Vivaro 14 – Località Toppino.
Il costo della serata è di € 30 a persona.
Per partecipare alla serata è gradita la prenotazione. Info e prenotazioni telefonando all’ufficio educatori del carcere al numero 0173-362228 o inviando una mail all’indirizzo: educatori.cc.alba@giustizia.it, oppure rivolgendosi presso il negozio Cooperativa Quetzal in Corso Italia, 9D Alba
Tel 0173 290977

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche