Merkel, sulla Grecia speranza, ma non certezza

News

Merkel, sulla Grecia speranza, ma non certezza

In vista del prossimo voto del Bundestag sull’attivazione del terzo piano di salvataggio di Atene (86 miliardi ‘in cambio’ di ampie e profonde riforme strutturali), Angela Merkel ha rilasciato una lunga intervista alla Zdf, in cui ha espresso tutto ciò che pensa della situazione.

Si inizia con un doveroso riconoscimento all’impegno dei greci. “Tsipras” ha detto la Cancelliera “ha capito che il suo Paese non avrebbe potuto raddrizzarsi se non impegnandosi davvero nelle riforme”, “il cambiamento d’atteggiamento di Atene è stato possibile grazie alla fermezza del nostro Wolfgang Schäuble, ma anche di altri Paesi”.

Alla luce della situazione, Angela Merkel ha espresso un cauto ottimismo nel dire che “coltiviamo non la certezza, ma una certa speranza”.

La situazione farebbe quindi ben sperare, ma senza che vi siano, al momento, vere e proprie certezze, sulle quali però la Merkel ha voluto rassicurare i suoi deputati in vista del voto, in particolare per quello che riguarda i dubbi circa la effettiva partecipazione del Fmi al piano di salvataggio: “il Fmi parteciperà al piano.

La signora Lagarde ha dettato chiaramente le sue condizioni. E ha detto che se saranno accolte, il Fmi ci sarà. Non ho ragione di dubitare della sua parola”.

L’attesa per il voto di mercoledì cresce, e, anche se non c’è ragione di temere davvero per l’approvazione del piano, una giusta apprensione inizia a circolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche