Messa incinta a 10 anni dagli zii: negato l’aborto alla bimba stuprata

Esteri

Messa incinta a 10 anni dagli zii: negato l’aborto alla bimba stuprata

bimba stuprata
Messa incinta a 10 anni dagli zii: negato l'aborto alla bimba stuprata

Una bimba stuprata e messa incinta dagli zii ha partorito in estate. La povera vittima aveva fatto richiesta di abortire, ma le è stato negato.

Dall’India arriva una notizia sconvolgente. Fa parte del terribile incubo che una bimba di solamente 10 anni si trova a dover vivere. Un vero e proprio calvario, causato dagli zii, i quali abusavano sessualmente di lei. Rendere tutto più difficile è stato il fatto che, in seguito alle violenze subite, la povera bimba è rimasta incinta. La bimba stuprata aveva chiesto inutilmente di poter abortire alla Corte Suprema. La storia risale a parecchi mesi fa. Ma è venuta a galla di recente, dopo che la bimba ha parlato con dei medici. Suo figlio è venuto alla luce durante l’estate.

Bimba stuprata da zii

Siamo, precisamente, a Chandigarh, dove la bimba stuprata di 10 anni vive con la sua famiglia. Purtroppo, col tacito consenso dei parenti, la poveretta veniva stuprata da due zii, entrambi fratelli. Il caso è stato aperto quando è stato chiesto di abortire. Tuttavia lo stato della gravidanza, per la legge dell’India, era troppo avanzato.

Il riscontro positivo, però, è stato che una bimba di 10 anni, oltre che un fatto eccezionale, è purtroppo molto sospetto di pedofilia. È stata quindi aperta un’indagine che ha toccato direttamente i due zii. Ma gli altri parenti non sono molto meno colpevoli.

bimba stuprata

Indagini

È stata fatta la prova del dna, per capire quale dei due uomini fosse il padre. Inizialmente gli inquirenti hanno sospettato del più vecchio, poi. ‘scagionato’ dall’esame. Adesso le attenzioni degli inquirenti sono sul più giovane. È stata la stessa polizia locale ad ufficializzare la notizia alla CNN.

Il secondo zio è stato arrestato il 19 settembre scorso dopo che la bimba stuprata lo ha chiamato in causa durante un colloquio con i psicologi. Nel frattempo è stato già avviato un processo giudiziario contro il primo zio, anche lui attualmente in carcere con l’accusa di violenza sessuale sulla minore.

India e stupri

In India gli stupri, in particolare contro bambini e ragazzi minori, sono una ferita molto profonda.

Questo nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione e le pene severe in vigore. C’è sicuramente una perversione, resa molto forte probabilmente ‘culturalmente’, da estirpare. Purtroppo o per fortuna, le violenze segnalate nel Paese sono aumentate del 50% tra il 2011 e il 2016. L’India detiene poi il non invidiabile record di stupri su minori. Sono addirittura 20mila i casi riportati solo nel 2015, secondo i dati del governo riportati da France-Press.

Nel frattempo in India è stato fatto un importante passo avanti con la decisione della Corte Suprema indiana di equiparare un rapporto sessuale prima dei 18 anni a uno stupro, anche in caso di matrimonio. Un provvedimento di vitale importanza, dato che, secondo i dati dell’Unicef, il 47 percento delle donne indiane si sposano prima dei 18 anni e il 18 percento prima ancora di compiere 15 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche