Mestruazioni: cose che in poche sanno - Notizie.it

Mestruazioni: cose che in poche sanno

Salute

Mestruazioni: cose che in poche sanno

sanno

Le mestruazioni scandiscono la vita di ogni donna…almeno fino a una certa età. Ma quali sono le cose che in poche sanno? Ecco alcuni consigli e curiosità.

Sbalzi d’umore, malessere e irritabilità. Sono solo alcuni dei sintomi che, più o meno ogni mese, preannunciano alle donne che le mestruazioni sono in arrivo. Proprio perché siamo le dirette protagoniste, pensiamo di sapere tutto sul ciclo, in realtà non sempre è così. Ecco alcune curiosità che in pochi sanno.

Partiamo dalla parola ciclo. Spesso viene usata per indicare l’arrivo delle mestruazioni quando in realtà indica tutto l’arco riproduttivo della donna. Comprende, oltre al sanguinamento, che è solo l’inizio del processo, i giorni fertili e quelli non fertili. Più o meno a metà ciclo, le ovaie producono e rilasciano un ovulo da fecondare. Nello stesso momento l’organismo sprigiona un ormone, il progesterone, che ispessisce le pareti dell’utero, preparandolo a un eventuale fecondazione.

Se quest’ultima non si verifica, i livelli di progesterone si abbassano e cominciano le mestruazioni. Non tutte sanno che il progesterone aumenta l’intuito e l’introspezione, quindi meglio dare ascolto al nostro istinto in questi momenti.

Secondo questo schema teoricamente non è possibile rimanere incinta durante le mestruazioni. In realtà, anche se le probabilità sono scarse, c’è la possibilità che accada. Questo perché durante il sangunamento, le ovaie preparano un ovulo per il ciclo successivo, che però sarà rilasciato solo 15 giorni dopo. Tuttavia non tutte le donne sono uguali e alcune possono anche essere in una nuova fase d’ovulazione proprio durante le mestruazioni. La quantità di sangue che si espelle durante un ciclo è di circa 100 ml, ma può variare in base al flusso di ognuna.

Quella che spesso viene sottovalutata, la sindrome premestruale, è in realtà molto comune e colpisce circa il 90% delle donne. Dato che l’alimentazione influenza il ciclo, per ridurre gli effetti della sindrome premestruale si può assumere magnesio. Questo aiuterà anche contro i dolori mestruali.

I fastidi provati cambiano in base al momento, allo stress e a eventuali malattie contratte, anche se in genere è sempre poco piacevole. Sono proprio le malattie a influire non solo sulla sindrome che precede le mestruazioni, ma anche sulla regolarità delle stesse. Certo, molte donne non hanno un ciclo regolare di per sé, quindi non vuol dire che si è affette da qualche malattia.

Gli assorbenti, di qualsiasi tipo essi siano, vanno cambiati spesso, per evitare la famosa sindrome da shock tossico. Il nostro organismo ha bisogno di espellere sostanze che altrimenti sarebbero nocive, quindi rimanere troppo a contatto con i fluidi espulsi non è salutare. Anche se rara, questa patologia ha portato alla morte le donne in cui si è manifestata.

Un’ultima curiosità? In Francia le mestruazioni sono chiamate giorni della luna, dato che il ciclo di una donna è in genere di 28 giorni, proprio come un ciclo lunare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Couperose
Salute

Couperose: rimedi per il viso

18 novembre 2017 di Notizie

La Couperose o “Maledizione dei Celti” è una malattia dermatologica. Scopri le cause ed i trattamenti protettivi e alimentari per contrastarne l’insorgenza.