Meteo: nel week end l’Italia batterà i denti, atteso un brusco calo delle temperature

Meteo

Meteo: nel week end l’Italia batterà i denti, atteso un brusco calo delle temperature

Fra qualche giorno sarà necessario tirare fuori le coperte di lana e i maglioni, perchè le condizioni meteo cambieranno in modo radicale.
L’Italia rischia un vero e proprio ‘shock termico’ nei prossimi giorni. L’alta pressione che insiste sull’Italia già da una settimana e che ha regalato giornate splendide in un clima mite, con temperature ben al di sopra delle medie stagionali, piano piano si ritirerà.

Già dalla fine della prossima settimana è previsto un brusco calo delle temperature che potranno scendere anche di 15 gradi nelle zone montane. Questo perchè masse d’aria fredda provenienti dall’artico si affacceranno sull’Europa meridionale. Il freddo colpirà in modo particolare le zone del nord Italia, con le temperature che si abbasseranno in modo consistente, ma anche nel resto della penisola si potranno registrare valori ben al di sotto di quelli attuali, con temperature che sulle regioni meridionali potranno scendere di 7-8 gradi centigradi.

Attesa la neve sui rilievi alpini e temperature sotto lo zero a Milano e Torino

La neve tornerà ad imbiancare le Alpi a partire da sabato e a quote inizialmente superiori ai 1200 metri, ma – stando a quanto diffuso dalla metereologia – in calo repentino nel corso delle ore.

Neve copiosa e diffusa in Appennino, dapprima dai 1200 metri, ma in forte calo fin sopra i 7/800 metri nel corso delle ore. Accumuli stimati sopra i 10/20 cm sulle Alpi, fino a 50 cm e forse più sugli Appennini’.

Nelle zone più elevate le temperature scenderanno anche sotto lo zero nelle ore notturne e nelle prime ore dell’alba. Previste anche temperature rigide con valori ben al di sotto delle medie anche nelle principali città del nord come Milano, Torino e Venezia, e interesseranno anche vaste aree della pianura padana.

Poi da lunedi si attende una lieve risalita delle temperature, soprattutto nel sud Italia, anche se le temperature meteo rimarranno su valori ben al di sotto rispetto a quelli attuali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche