Metodi alternativi per riscaldare casa COMMENTA  

Metodi alternativi per riscaldare casa COMMENTA  

Quando si parla di riscaldamento tutti noi siamo abituati a pensare al classico impianto, privato o condominiale, con la caldaia a gas e i termosifoni nelle singole stanze o, tutt’al più, alle solite stufette, elettriche o a gas.

Oggi il panorama degli impianti di riscaldamento domestico si è arricchito di nuovi sistemi altamente efficaci ed efficienti adatti a tutte le esigenze sia economiche che estetiche.

Le stufe classiche sono costituite da un focolare, chiuso da un portello attraverso cui avviene l’alimentazione, all’interno del quale, mediante la combustione di legna o pellet, viene riscaldata l’aria utilizzata per riscaldare l’ambiente circostante ed, eventualmente, le aree attigue mediante degli appositi condotti.

Così come le stufe, anche i camini sono impiegati per il riscaldamento ambientale ma sono quasi esclusivamente alimentati a legna. I termocamini ad aria possono essere considerati una via di mezzo tra i camini tradizionali e le stufe.

L'articolo prosegue subito dopo

Sono camini a focolare chiuso che riscaldano l’aria diffondendola, successivamente, negli ambienti di casa in modo uniforme attraverso un meccanismo di convezione naturale o tramite ventilazione forzata. Molto spesso è possibile inserirli all’interno di vecchi camini effettuando poche e semplici modifiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*