Mette il viagra nei dolci per i colleghi: ricoverato il capo

Esteri

Mette il viagra nei dolci per i colleghi: ricoverato il capo

Un brutto scherzo tra colleghi finito male. L’autore della ‘burla’, se così si può chiamare, è il 24enne inglese Benjamin Chope, il quale ha pensato bene di mettere nel viagra nei dolci che ha poi offerto in ufficio a Casa Bargains, a Newton Abbot, nella contea del Devon. L’uomo ha realizzato otto tortine che, in occasione dei Santi Innocenti, ha portato al lavoro. Ma le ha preparate aggiungendo un ingrediente non previsto, il viagra per l’appunto, per la precisione un’intera confezione composta da 30 pillole blu di Sildenafil. Durante la pausa caffè ha dunque offerto i dolci ai colleghi invitando il capo, Daniel Webber a fare il bis.

Quando però il giovane ha confessato cosa aveva fatto, il suo capo ha cercato di vomitare per evitare che il farmaco entrasse in circolo provocandogli un avvelenamento. Non è però servito: Webber ha cominciato a sentirsi male ed è andato rapidamente in ospedale; infatti il viagra ha pericolosi effetti collaterali in particolare per chi soffre di cuore e può essere, in alcuni casi, addirittura letale, specialmente se ingerito in grande quantità. “Non intendevo fare del male a nessuno ma ho pensato che sarebbe stato divertente dare un’erezione al mio datore di lavoro”, si è giustificato il ragazzo, condannato dal giudice Filippo Mott ad 80 ore di lavoro non retribuito seguite da 12 mesi di volontariato forzato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche