Mezzi pesanti USA al confine con la Russia: ormai è guerra fredda COMMENTA  

Mezzi pesanti USA al confine con la Russia: ormai è guerra fredda COMMENTA  

La minaccia di dispiego, da parte degli USA, di un imponente contingente militare dotato di mezzi pesanti lungo il confine dell’Europa orientale con la Russia potrebbe diventare realtà.


Si tratterebbe, anzi, di un fatto ormai assodato, stando alle parole del segretario alla Difesa Usa, Ashton Carter, che ha annunciato il dislocamento, seppure definito temporaneo, di “veicoli di una brigata corazzata e il relativo equipaggiamento nei Paesi dell’Europa centrale e orientale”. Repubbliche Baltiche (Estonia, Lettonia e Lituania), Bulgaria, Romania e Polonia i paesi interessati.  Si tratterebbe, sempre secondo quanto ha dichiarato Ashton Carter, di attività di “addestramento ed esercitazioni” che comprenderanno “carri armati e artiglieria da combattimento”.

La reazione del Cremlino non si è fatta attendere, e da Mosca è arrivato un commento che ha definito l’azione USA come “il passo più aggressivo dai tempi della Guerra Fredda”.

L’annuncio, o conferma, della scelta USA – NATO arriva proprio nei giorni in cui si svolgerà il vertice del formato Normandia fra i ministri della difesa di Germania, Francia, Russia e Ucraina, proprio per discutere della riapertura delle ostilità nel Donbass.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*