Mia per sempre. Quando lui uccide per rabbia, vendetta, gelosia COMMENTA  

Mia per sempre. Quando lui uccide per rabbia, vendetta, gelosia COMMENTA  

 

 

La scorsa settimana, durante il Festival di Sanremo, Luciana Littizzetto ha tenuto un monologo contro la violenza sulle donne (mercoled’ 13 febbraio 2013). In quella stessa giornata si apprende della morte violenta della fidanzata di Pistorius per mano del campione olimpionico.

Ora, Mondadori lancia in tutte le librerie, a partire dal prossimo lunedì un libro molto attuale di Cinzia Tani : ” Mia per sempre. Quando lui uccide per rabbia, gelosia, vendetta,…..” .

In questo libro, la Tani descrive attentamente l’evoluzione umana, partendo dal fatto che nel passato l’uomo uccideva di rado per ragioni sentimentali. Lo faceva per motivi economici, o per sadismo, perversione sessuale, rabbia, alcolismo.

Oggi, invece, sempre più spesso l’uomo abbandonato dalla propria compagna la uccide. In Italia, le donne ammazzate dai mariti/compagni sono in consistente aumento: da 127 nel 2010 a 139 nel 2011, e nei primi mesi del 2012 ne è stata uccisa una ogni due giorni.

L'articolo prosegue subito dopo

Si tratta di delitti drammatici perché l’omicida a suo modo ama la vittima, spesso la ama anche mentre la colpisce. Mia per sempre parla di amori malsani, estremi,
egoistici, nutriti di possesso e di una gelosia ossessiva che può culminare nella follia. Parla di rabbia dopo un tradimento, di depressione dopo un
abbandono. Un libro-inchiesta che attraverso il racconto di storie sempre più tragicamente frequenti, ma anche attraverso le opinioni di psicologi, criminologi, avvocati, sociologi, affronta temi di stringente attualità come la violenza domestica e lo stalking. Un libro per riflettere, perché un Paese che consente la morte delle donne si sta allontanando dalla civiltà.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*