Michael Sam, primo coming out nella NFL COMMENTA  

Michael Sam, primo coming out nella NFL COMMENTA  

Michael Sam

 

 

“Ehi, Michael, ho sentito che sei gay, è vero?”, “Sì, è vero, e allora?”. Così avrebbe risposto Michael Sam, 24 anni, dal prossimo anno difensore della National Football League americana e fino allo scorso anno giocatore di college per i Missouri Tigers, se gli avessero fatto questa domanda.


Come riporta, corriere.it, il giovane afroamericano è stato il primo professionista (lo sarà a breve) di una delle massime leghe americane a dichiarare la propria omosessualità, prima di tutto ai propri ex-compagni e poi ai media. E lo ha fatto, con tutta la naturalezza che dovrebbe essere propria di tale gesto, all’interno di una sessione di allenamento al college, in cui gli allenatori avevano chiesto di parlare di sè e della proprio vita: “Sono gay” ha detto tra le altre cose, mentre si presentava.


I compagni che lo conoscevano meglio lo avevano già capito e lo hanno spinto a essere totalmente e liberamente se stesso, consigliandogli di fare coming out. Così Michael Sam sarà il primo giocatore professionista dichiaratamente omosessuale durante la sua carriera.


Finalmente è stato sfatato il tabù dell’omosessualità nelle leghe professionistiche americane: non è detto che necessariamente debba esserci un coming out pubblico, ma non è possibile che una persona debba nascondersi per timore di essere giudicato per come è e per quali sono i suoi gusti sessuali. Quindi complimenti a Michael Sam per il coraggio e la naturalezza della sua apertura e speriamo che possa essere solo il primo passo verso la fine dei preconcetti nei confronti degli omosessuali nello sport e nella vita in generale.

L'articolo prosegue subito dopo


Sarà bello quando chiunque potrà fare coming out in qualsiasi sport e questo fatto non costituirà più una notizia da prima pagina!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*