Michelle Hunziker in copertina nuda col pancione

Gossip e TV

Michelle Hunziker in copertina nuda col pancione

Senza veli sulla copertina di Vanity Fair per mostrare a tutti il suo pancione. Lo ha fatto Michelle Hunziker, posando nuda come già fatto in passato da Claudia Schiffer, Monica Bellucci e Demi Moore. Fisico al top e pancione in bella vista, Michelle Hunziker si mostra così in tutta la sua bellezza, coprendo il topless con le mani e dicendosi “orgogliosa di mostrare il mio corpo che cambia”. Nel corso dell’intervista la conduttrice parla proprio del suo corpo e dell’amore, a 17 anni dalla nascita di Aurora: “sono di nuovo mamma e ho al fianco un uomo pieno d’amore per me”. E’ Tomaso Trussardi che le ha chiesto di sposarla ingonocchiandosi e facendola emozionare: “Mi ha fatto piangere: mi è venuto il solito naso largo e rosso. Avevamo una serata di lavoro, ha aspettato che finissi di truccarmi e poi mi ha fatto colare tutto con la proposta. Noi donne facciamo le dure, ma in quei momenti va tutto all’aria”. E se il bimbo dovrebbe nascere il prossimo ottobre, poco ancora si sa sulla data delle nozze che però con tutta probabilità verranno celebrate presto, anche se sicuramente dopo la nascita del bimbo.

“Ci ho pensato – spiega Michelle che ha valutato la possibilità di convolare a nozze prima di ottobre – ma sarebbe stato troppo frenetico.

Ho preferito assecondare i tempi naturali della nostra storia. Del resto, è stato così anche per il concepimento. Fin dall’inizio Tomaso aveva un forte desiderio di paternità, e questa sua determinazione per me era già una grande prova d’amore. Anche perché volevo la stessa cosa”. Da quando è fidanzata con Tomaso, Michelle non ha mai nascosto il suo desiderio di rimanere ancora incinta: “Ho lasciato fare alla natura, ma non mi aspettavo di rimanere incinta così in fretta. Mi piace pensare che la bimba sia stata concepita a Palermo, il 24 gennaio, il giorno del mio compleanno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche