Mick Jagger

Cultura

Mick Jagger

 

 

Esibizionista, sfrontato e trasgressivo, a settantanni   Mick Jagger mostra sul palco la stessa grinta di un tempo, oltre a   quell’irresistibile fascino androgino ancora in grado di richiamare a ogni   concerto un pubblico sterminato, e non solo femminile.

La vita avventurosa e   davvero unica della rockstar più famosa del mondo è qui raccontata da Philip   Norman, già autore di opere fondamentali sui Beatles, su John Lennon e sugli   stessi Stones.

Il libro segue il protagonista dall’infanzia nella tranquilla   contea del Kent fino agli studi nella severa Dartford Grammar School, dove   l’adolescente Mick scopre il blues, lo accompagna dai primi passi nella   Swinging London degli anni Sessanta fino alla nascita dei Rolling Stones e ai   memorabili tour planetari.

Grazie a interviste esclusive e materiali d’epoca   chiarisce i retroscena degli eventi, anche drammatici, che hanno costellato la   lunga carriera di Jagger, come l’arresto per detenzione di droga e la breve   esperienza del carcere, la tormentata relazione con Marianne Faithfull, la   morte di Brian Jones, fondatore della band, le violenze degli Hells Angels al   concerto di Altamont e il rapporto burrascoso ma indissolubile con il   “gemello” Keith Richards. Se ovviamente ampio spazio viene dedicato al talento   (spesso sottovalutato) di Jagger come cantante e musicista, creatore di un   inconfondibile “marchio” sonoro e coautore di pezzi indimenticabili

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...