Migranti: accordi di Dublino muro penalizzante. Ancora 2900 salvati dal mare COMMENTA  

Migranti: accordi di Dublino muro penalizzante. Ancora 2900 salvati dal mare COMMENTA  

Mentre a Bruxelles si discute di come affrontare il problema dell’immigrazione, gli sbarchi in Italia proseguono senza sosta.

Nel fine settimana, le operazioni di soccorso portate a termine da navi del sistema Triton (italiane, per lo più, più un’unità spagnola, una inglese e una portoghese) sono state 21. Sotto il coordinamento della Guardia Costiera, i migranti messi in salvo dal mare del Canale di Sicilia sono stati circa 2900, che si vanno a sommare agli oltre 50 mila già sbarcati in Italia dall’inizio dell’anno.


La situazione del sistema di accoglienza è drammatica, come sanno bene i rappresentanti del nostro governo, che riconoscono l’importanza della partita con l’Europa sull’argomento migranti.


Matteo Renzi, parlando all’Expo, ha voluto ancora una volta sottolineare l’importanza e il valore della cooperazione dichiarando che “l’Europa che ci piace è quella che costruisce ponti e non muri”, mentre il Ministro degli Interni ne ha approfittato per fare alcune considerazioni generali.


Alfano, riferendosi a quanto finora ottenuto dal vertice di Bruxelles, ha parlato di “un risultato che dà l’idea di un primo passo in avanti”, aggiungendo che “certo, non abbiamo ottenuto tutto quello che avremmo voluto, ma abbiamo ottenuto più di quanto si sia mai ottenuto in Europa in materia di immigrati”. Chiarissimo il riferimento agli accordi di Dublino, che il ministro ha citato in modo esplicito definendoli “muro che si è rivelato penalizzante per l’Italia”.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Migranti: accordi di Dublino muro penalizzante. Ancora 2900 salvati dal mare | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*