Migranti annegati a Pozzallo, scafista arrestato

Attualità

Migranti annegati a Pozzallo, scafista arrestato

Migranti annegati a Pozzallo, scafista arrestato

Arrestati due scafisti che hanno portato a Pozzallo quasi 500 persone. Tra loro gran parte sono minorenni.

Dei 245 migranti a bordo del primo gommone, portati in salvo da un pattugliatore della Marina maltese, due uomini sono annegati mentre altri due erano caduti in mare ma sono stati ritrovati in tempo. Per quanto riguarda il secondo gommone, invece, non ci sono state vittime ed è stato scortato a Pozzallo senza problemi. A raccontare della morte dei due profughi sono stati i loro compagni di viaggio, interrogati dagli inquirenti.

Le indagini hanno portato all’arresto di due scafisti, per i rispettivi gommoni: il primo è un ragazzo di 16 anni proveniente dal Gambia mentre il secondo è un 31enne senegalese, Lo Amotho. Entrambi sono indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, e al momento il minorenne non è accusato dell’annegamento dei due migranti.

Negli ultimi anni, sono 15 gli scafisti arrestati minorenni, 46 contando anche quelli maggiorenni.

Il centro di accoglienza di Pozzallo ha accolto dall’inizio del 2016 quasi 5.000 migranti ed è quasi al limite della capienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche