Migranti: permesso si soggiorno premio se denunciano chi li sfrutta

Roma

Migranti: permesso si soggiorno premio se denunciano chi li sfrutta

Ieri è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, lo schema del ddl che aumenta le sanzioni per chi assume lavoratori stranieri irregolari, in base alla direttiva Ue numero 52 del 2009. Le pene vengono poi aumentate se i lavoratori sono più di tre, se minori o sfruttati. Ma l’assoluta novità sta nel fatto che , qualora gli stranieri presentino denuncia nei confronti del datore di lavoro, potranno ottenere un permesseo di soggiorno “premio” della durata di 6 mesi e prorogabile. Ovviamente ci sarà un lasso di tempo ragionevole per consentire ai datori di lavoro di adeguarsi alla normativa senza incappare in pene severe da un giorno all’altro. Questo provvedimento di regolarizzazione si chiama “ravvedimento operoso” o “norma transitoria” e consente al datore di lavoro di recarsi allo Sportello unico dell’immigrazione per dichiarare la sussistenza del rapporto lavorativo entro termini ancora da definire. I tecnici dei ministeri dell’Interno, del Lavoro e Cooperazione sociale dovranno stabilire i dettagli di tale procedura di emersione ma, secondo voci di corridoio, il datore di lavoro dovrebbe pagare una cifra forfettaria di € 1.000 per ciascun dipendente “previa regolarizzazione delle somme dovute a titolo retributivo o fiscale pari ad almeno sei mesi” Sono esclusi da questa sanatoria i datori di lavoro condannati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nel corso degli ultimi 5 anni , anche se non si ha sentenza definitiva.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche