Migranti truffano l’Inps, raggiro da 5.6 milioni di euro COMMENTA  

Migranti truffano l’Inps, raggiro da 5.6 milioni di euro COMMENTA  

inps migranti

Un’indagine della GdF di Bari ha scoperto una truffa all’Inps. Alcuni migranti percepivano pensioni sociali sebbene rientrati nei paesi di origine.

450 euro al mese ciascuno. A tanto ammontava, in media, l’assegno sociale percepito da un gruppo di migranti di varie nazionalità che dichiaravano di essere residenti in vari comuni italiani pur essendo da tempo rientrati nei paesi di origine. L’operazione “Eldorado” ha smascherato una truffa estesa, il cui ammontare complessivo è stimato in 5.6 milioni di euro.

I migranti, giunti in Italia, avevano ottenuto dallo Stato il versamento di pensioni sociali da 450 euro al mese. Dopo avere abbandonato il nostro paese ed essere rientrati nei luoghi di origine, avevano continuato a dichiararsi residenti in Italia, in particolare nella zona dei comuni di Bari, Andria, Barletta e Trani.


Le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza di Bari e facenti capo alle procure di Bari e Trani, hanno portato alla denuncia di 174 persone, tutte di età superiore ai 65 anni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*