Milan-Bologna: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Milan-Bologna: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Questo o quello per me pari son: del tutto neutrale rispetto al mancato slittamento della 33^ giornata dovendo giocare due gare casalinghe consecutive, il Milan prova a rimanere attaccato al sogno scudetto. In tre giorni sfileranno al Meazza due squadre alla portata dei rossoneri come Bologna e Genoa. L’infermeria regala buone notizie ma quelle migliori dovranno venire da Torino: perché sei punti potrebbero non bastare.


Milan: tra la telefonata “consolatoria” di Berlusconi, l’aver affrontato una settimana finalmente “normale” con regolari allenamenti e senza partite, ed il recupero di gran parte degli infortunati, la sosta forzata ha restituito ad Allegri un po’ di fiducia, indispensabile per continuare a sperare almeno fino a domenica sera, quando la Juve avrà affrontato quello che sembra essere l’ultimo ostacolo. Ma per mettere pressione alla capolista i rossoneri possono solo vincere e riportarsi al comando seppure per poche ore. Missione che non sembra impossibile contro un Bologna in flessione, sempre meno però di quanto era la Fiorentina nell’ultima, traumatica apparizione casalinga del Diavolo alla vigilia di Pasqua. Ma almeno la formazione non sarà dettata dall’infermeria soprattutto in difesa dove torna l’abbondanza. Dovrebbe essere Bonera a far coppia con Nesta con Abate a destra: per il resto poche novità eccetto il possibile ritorno di Seedorf sulla trequarti ma alla fine potrebbe spuntarla Seedorf. Davanti fiducia a Robinho. Indisponibili: Roma, Thiago Silva, Ambrosini, Boateng, Inzaghi, Pato. Squalificati: nessuno.


Bologna: la vittoria contro il Cagliari ha quasi chiuso il discorso salvezza, i due-tre punti mancanti potrebbero anche non arrivare a San Siro ma i rossoblù non vogliono partire battuti, anche se la testa è un po’ allo scandalo-scommesse ed un po’ ai malesseri societari. Notizie buone e cattive per Pioli che perde Gillet quasi fino a fine campionato ma ritrova Ramirez, che comporrà il consueto tridente con Diamanti e Di Vaio, e pure Antonsson che potrebbe però partire dalla panchina. Novità anche sugli esterni con Garics sicuro titolare a destra (forfait per Pulzetti) e ballottaggio Rubin (favorito)-Morleo dall’altra parte. Indisponibili: Gillet, Crespo, Casarini, Krhin, Pulzetti. Squalificati: nessuno.


Precedenti: dodici vittorie su sessantacinque partite. Non male il bilancio dei rossoblù nel San Siro rossonero anche se i successi del Milan sono stati esattamente il triplo con diciassette pareggi a corredo. Peccato però che negli ultimi quarantacinque anni siano arrivati appena due successi: l’1-0 del 29 gennaio 2005, siglato da un gran gol di Tomas Locatelli che non bastò però al Bologna ad evitare lo spareggio-salvezza perso contro il Parma, e lo storico 2-1 della prima giornata del 2008-2009, 31 agosto, quella del ritorno in A dopo quattro anni, con il primo gol in Serie A di Valiani alla prima presenza ed il primo in rossoblù in campionato di Di Vaio. Per il resto i rossoneri si sono aggiudicati nove degli ultimi quattordici confronti, compresi quelli delle ultime due stagioni, sempre per 1-0 e compreso lo storico 6-0 del 12 maggio 1991 con tripletta di Van Basten. Indimenticabile il 3-3 del 17 febbraio 2001 con il pareggio in extremis del Milan firmato Gigi Sala e la doppietta di Giacomo Cipriani dedicata all’amico Niccolò Galli, tragicamente scomparso venti giorni prima.

L'articolo prosegue subito dopo


Probabili formazioni: Milan: Abbiati; Abate, Nesta, Bonera, Antonini; Nocerino, Van Bommel, Muntari; Seedorf; Ibrahimovic, Robinho. Bologna: Agliardi; Raggi, Portanova, Cherubin; Garics, Perez, Mudingayi, Rubin; Ramirez, Diamanti; Di Vaio.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*