Milan-Juve: tre giornate a Mexes. Assolti Pirlo e Muntari COMMENTA  

Milan-Juve: tre giornate a Mexes. Assolti Pirlo e Muntari COMMENTA  

Alla fine è andata come previsto. Solo Philippe Mexes paga a caro prezzo il gioco violento di Milan-Juventus: all’ex difensore della Roma sono state infatti comminate tre giornate di squalifica attraverso la prova tv per il pugno nello stomaco rifilato a Marco Borriello all’inizio del secondo tempo. L’episodio era stato segnalato di prima mattina dalla Procura Federale al Giudice Sportivo Gianmpaolo Tosel al pari delle condotte tenute da Sulley Muntari (serie di colpi a Lichtsteiner a palla lontana sempre durante la ripresa) ma anche Andrea Pirlo che nel tentativo di divincolarsi dalla marcatura di Van Bommel ha assestato, o tentato di farlo, due gomitate all’olandese al 22′ ed al 31′ del secondo tempo.

Leggi anche: Better Champions: il concorso per i futuri campioni


Ma per i due centrocampisti è scattata l’assoluzione (come previsto), dal momento che gli episodi non avevano tutti i requisiti necessari per l’applicazione della prova televisiva.

Leggi anche: Morto Johan Cruijff, aveva 68 anni

Il colpo a Borriello infatti è risultato “di notevole violenza” ed a palla lontana, oltre che essere sfuggito all’attenzione della quaterna arbitrale. Non ravvisata invece particolare violenza nei colpi di Muntari, nonostante la reiterazione dei pugni a Lichtsteiner.

Ancora diverso il caso di Pirlo che non ha effettivamente colpito Van Bommel e che aveva il pallone tra i piedi, requisito che ha impedito l’applicazione della prova tv.

L'articolo prosegue subito dopo

Squalifica di una giornata per l’accompagnatore rossonero Silvano Ramaccioni (insulti all’arbitro) mentre Galliani se l’è cavata con un’ammonizione con diffida dopo la “visita” nel tunnel degli spogliatoi durante l’intervallo (non prevista dal regolamento) con tanto di lite con Conte e di attacco all’arbitro Tagliavento. Ma di certo le polemiche non sono finite qui.

Leggi anche

Sport

Champions.Al Juventus stadium i biancocelesti affrontano la Dinamo Zagabria

Champions.Al Juventus stadium i biancocelesti affrontano la Dinamo Zagabria Tensione all'arrivo dei tifosi della Dinamo Zagabria, un migliaio in tutto, allo 'Juventus Stadium'. Un gruppo ha cercato di forzare il cordone di polizia, costringendo le forze dell'ordine a respingerli con l'uso di idranti. Fuori dello stadio la tensione resta comunque alta, a un'ora e mezza dall'inizio della partita di Champions. I bianconeri non perdono in casa da 19 partite. L'ultimo ko risale all'aprile 2013, quando il Bayern Monaco espugnò lo Stadium con i gol di Pizarro e Mandzukic. Compagine arbitrale inglese per Juventus-Dinamo Zagabria, incontro della sesta e ultima giornata Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*