Milan: la panchina di Allegri è sempre più in bilico… e spunta il nome di Capello

Calcio

Milan: la panchina di Allegri è sempre più in bilico… e spunta il nome di Capello

In seguito all’1-1 casalingo con il Bologna, la panchina di mister Allegri è sempre più in bilico. Dopo l’eliminazione dalla Champions League e dalla Coppa Italia, la dirigenza di via Turati non vuole certo lasciarsi sfuggire anche l’ultimo obiettivo rimasto per questa strana stagione: il campionato.

Sono ormai settimane che le voci su di un possibile esonero dell’allenatore del Milan si inseguono, in caso di fallimento anche in campionato. Anche i tifosi ormai sembrano essere stanchi del tecnico toscano. Tutto è iniziato con l’ira del patron Berlusconi causata dal brutto gioco espresso dalla squadra contro il Barça. Poi c’è stato il Catania, la Fiorentina, il Chievo ed adesso anche il Bologna: forse è troppo per un presidente che ha fatto del bel gioco la sua bandiera. Effettivamente, negli ultimi anni, il centrocampo del Milan è passato dall’avere gente come Kakà, Rui Costa, Pirlo e il Seedorf dei tempi d’oro, all’avere Nocerino (che, nonostante sia la rivelazione della stagione, non è certo un giocatore dai piedi dorati), Van Bommel, Muntari e un Seedorf che è il fantasma del Professore che fu.

Certo, questi sono ottimi giocatori ma sono più fisici che tecnici.

Inoltre, i tifosi, che non sempre sono stati fiduciosi in Allegri, ora sembrerebbero esserne proprio stanchi: i rossoneri erano in vantaggio di 4 punti sulla Juventus e questi 4 punti sono stati bruciati in due partite. Sicuramente hanno inciso gli infortuni (o dovremmo forse dire MilanLab?) ma le scelte del livornese sono spesso state controverse. Perché lasciare il giovanissimo talento El Shaarawy addirittura in tribuna, ad esempio? Perché inserire Aquilani che non è certo un giocatore che velocizza l’azione? Forse, almeno per quanto riguarda la partita di ieri, l’unico cambio indovinato è stato l’inserimento di Antonio Cassano: in pochi minuti è stato in grado di far ritrovare un po’ di energia e fantasia ad uno spento e triste Milan.

Se, come ormai sembra essere quasi sicuro, i rossoneri dovessero perdere anche lo scudetto, sarebbe difficile pensare di rivedere Allegri ancora sulla panchina del Milan.

E i tifosi iniziano a fantasticare: pare che Fabio Capello (uno che al Milan ha fatto già tanto) ieri fosse a S. Siro e che abbia salutato la squadra nel pre-partita…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche