Milan, rinnovo Donnarumma: soldi insufficienti e poche garanzie

Calcio

Milan, rinnovo Donnarumma: soldi insufficienti e poche garanzie

Milan, rinnovo Donnarumma: soldi insufficienti e poche garanzie
Milan, rinnovo Donnarumma: soldi insufficienti e poche garanzie

Per Donnarumma, si tratta di un investimento di circa 40 milioni. Ma Raiola vuole parlare anche di progetti. Il Milan, però, ha poche garanzie da offrire.

In questi giorni si sta parlando molto di closing e della famigerata terza caparra da 100 milioni di euro che i cinesi di Sino Europe Sports dovrebbero versare a breve nelle casse di Fininvest. Ma non sono solo questi i grattacapi del Milan. Il club rossonero ha una priorità assoluta e di carattere tecnico, oltre che, ovviamente, economico. Oggi è il 20 marzo ed è ormai quasi trascorso un mese dal 18° compleanno del portiere Gianluigi Donnarumma. Morale: il rinnovo è ancora in standby.

Il Milan, che sia nelle mani dei cinesi o ancora in quelle di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani, dovrà presto confrontarsi con Mino Raiola per fare il punto della situazione sul futuro di Gigio. In primis, bisognerebbe prolungare il suo contratto. Secondo quanto riportato da Premium Sport, si tratterebbe di un investimento che oscilla dai 35 ai 45 milioni di euro lordi per i prossimi 5 anni.

E potrebbero anche non risultare sufficienti. Raiola, inoltre, non chiede soltanto soldi, ma soprattutto garanzie sui progetti che coinvolgano il portiere. E qui i nodi vengono al pettine. Anche se Donnarumma non ha dubbi: vuole restare il Milan. Fortemente. A dar man forte alle sue dichiarazioni, il famoso e commovente bacio dato alla maglia di qualche settimana fa. “Spero di rimanere perché sono milanista – ha ribadito- Per il rinnovo ci penserà lui”. Ma Raiola, si sa, non è sentimentalista. Per lui è solo questione di numeri e di affari.
Infine, il tormentone del web e dei media: Donnarumma alla Juventus? “Solo voci di corridoio – ha dichiarato Raiola – Ha un contratto che lo lega al Milan per un ulteriore anno e mezzo. Al momento, non si muove. E dire che andrà in azzurro…è un altro paio di maniche”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche