Milan-Roma: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Milan-Roma: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Il Milan si gioca la stagione. Una sentenza che può apparire troppo forte ma che in realtà contiene tutta la tensione che i rossoneri vivranno nei prossimi dieci giorni in cui tra doppio Barcellona, Roma e Catania dovranno mantenere le distanze dalla Juventus in campionato e tentare un miracolo in Europa, o quantomeno uscire “bene”. Si comincia sabato pomeriggio con l’impegno contro la squadra di Luis Enrique che si è rilanciata in ottica terzo posto. E che si presenterà assai più riposata.


Milan: il super-gol di Maxi Lopez martedì a Torino, infatti, potrebbe rivelarsi un boomerang. Perché ha prodotto la grande illusione della rimonta in Coppa Italia ma soprattutto perché ha “causato” trenta minuti di fatica extra ad una squadra apparsa spremutissima ed acciaccata durante tutti i supplementari. Un vero guaio vista anche l’esiguità delle alternative a disposizione senza contare quel pizzico di inevitabile frustrazione per non essere riusciti a battere la Juve in quattro partite. A parte Nesta, che comunque non sarà in campo contro la Roma, i primi ritorni avverranno solo mercoledì contro il Barça: da Boateng fino a Robinho mentre sabato marcherà visita anche Lopez. Pertanto contro i giallorossi bisognerà fare di necessità virtù: Zambrotta a sinistra sarà preferito a Mesbah (Antonini è squalificato), conferma della coppia Ibra-El Shaarawy e Van Bommel, squalificato in Coppa, al centro della mediana. Ma prima di individuare i motivi dei tanti infortuni, Allegri dovrà chiedere ai suoi una prova d’orgoglio oltre che di maturità visto che di fronte non ci sarà più la Roma della sfida di andata. Indisponibili: Abate, Boateng, Flamini, Strasser, Cassano, Inzaghi, Lopez, Pato, Robinho. Squalificati: Antonini.


Roma: con sei punti nelle ultime due partite i giallorossi si sono infatti riavvicinati al terzo posto, anche grazie alla lentezza altrui. Ma dietro a quei due 1-0 non c’è la creatura di Luis Enrique che nel post-Genoa non ha nascosto l’insoddisfazione per una prestazione sottotono soprattutto a livello di gestione del risultato. La domanda è: chi si è italianizzato tra il tecnico e la squadra? Di certo San Siro non sarà il luogo giusto per capirlo visto che lo stesso “Lucho”, che recupera Pjanic e Totti, non arretra di un centimetro: anche contro la capolista infatti chiederà una partita d’attacco senza nessuna speculazione. E la possibilità di sfruttare la maggiore freschezza rispetto all’avversario? All’asturiano tutto questo interessa poco: Allegri è pronto a ringraziare… Indisponibili: Lobont, Burdisso, Cassetti, Juan, L. Greco. Squalificati: nessuno.


Precedenti: torna una delle grandi classiche del calcio italiano giunta al capitolo numero settantotto. E se il computo complessivo delle sfide vede in netto vantaggio i rossoneri capaci di ottenere più del doppio dei successi degli avversari (43 contro 17), la storia recente invita Galliani a non pochi scongiuri visto che la Roma ha vinto quattro degli ultimi cinque confronti diretti: l’ultima vittoria rossonera risale al 18 ottobre 2009, un 2-1 in rimonta firmato Ronaldinho e Pato che annullarono il vantaggio di Menez salvando la panchina di Leonardo tra le polemiche arbitrali dei giallorossi. Amaro per il Milan l’ultimo precedente, quello datato 18 dicembre 2010 quando un gol del fresco ex Marco Borriello rovinò il Natale di Ibra e compagni, che da quel giorno non hanno più perso una partita interna di campionato. L’ultimo pareggio risale al 7 novembre 2004, 1-1 con gol di Shevchenko e Montella. Tra le sfide più tristi quella del 13 dicembre 1987: 1-0 sul campo per il Milan (rigore di Virdis) poi trasformato in 2-0 a tavolino per la Roma a causa del petardo che stordì Franco Tancredi, sostituito quel giorno dal 17enne esordiente in Serie A Angelo Peruzzi.

L'articolo prosegue subito dopo


Probabili formazioni. Milan: Abbiati; Bonera, Mexes, Thiago Silva, Zambrotta; Nocerino, Van Bommel, Muntari; Emanuelson; Ibrahimovic, El Shaarawy. Roma: Stekelenburg; Taddei, Kjaer, Heinze, Josè Angel; Gago, De Rossi, Pjanic; Totti; Osvaldo, Borini. All.: Luis Enrique.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*