Milanello: Ibra urta una giornalista con la macchina COMMENTA  

Milanello: Ibra urta una giornalista con la macchina COMMENTA  

Il protagonista è sempre lui. Stavolta Zlatan Ibrahimovic incappa in un guaio fuori da Milanello, ferendo a una mano una donna che si era qualificata come giornalista, presente all’esterno del centro sportivo per strappare qualche dichiarazione allo svedese prima della grande sfida di sabato a San Siro contro la Juve.

Leggi anche: Riuscirà Ibra a vincere la Champions League quest’anno?


La dinamica: lo svedese dopo l’allenamento si è messo alla guida della sua Audi A3 ed è sfrecciato via a velocità sostenuta dal cancello di Milanello. Nella strada privata, V.R., giornalista di una troupe, forse di una web tv, ha provato ad allungare il microfono verso l’auto, urtando la mano contro lo specchietto sinistro della macchina della stella rossonera.

Leggi anche: Ibrahimovic: parla di vestiti e di calciomercato


Ibrahimovic, però, non si è fermato e la donna ha poi chiamato un’ambulanza per ricevere i primi soccorsi e non ha chiesto aiuto allo staff all’interno del centro.


La donna è stato poi portata dal 118 al pronto soccorso mentre sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia provinciale per ricostruire la dinamica dell’incidente.

L'articolo prosegue subito dopo

La notizia si è sparsa nella tarda serata di ieri. Secondo alcune indiscrezioni, riportate da Gazzetta.it, la donna avrebbe manifestato l’intenzione di denunciare Ibrahimovic per l’accaduto.

Leggi anche

arresto-a-milano
Milano

Operazione anti spaccio a Milano: il video dell’arresto sui Navigli

Scene da film tra le vie di Milano con un triplice arresto in 'diretta' documentato dalle telecamere. Accade sui Navigli dove gli agenti della polizia in borghese hanno pedinato, filmato e arrestato tre persone. L'arresto è avvenuto in via Gola, epilogo di un'operazione della locale diretta dal vice comandante Paolo Ghirardi che ha portato al fermo di un 32enne italiano, R.F., di un tunisino 47enne, M.M. e di un egiziano di 48 anni, O.E.S. I tre sono stati a lungo seguiti ed osservati mentre spacciavano alla luce del sole per le vie di Milano ed una volta raccolto materiale video Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*