Milano: fallisce tre rapine su tre. Triste record di un aspirante ladro

Milano

Milano: fallisce tre rapine su tre. Triste record di un aspirante ladro

milano
Milano, tenta la rapina tre volte fallendo sempre

MIlano che regala tante stranezze come quella di un aspirante ladro che tenta di rapinare tre banche senza mai riuscirvi e scappando senza quattrini

Milano è la città della moda, del lavoro ma anche di qualche buffo tentativo mal riuscito. La curiosità ci porta a parlare di un “aspirante” ladro che in mezz’ora ha provato ma fallito ben tre possibilità di portare a termine la propria missione non certo legale.

Situazione maldestra e paradossale per una persona che voleva “inventarsi” una nuova occupazione, non certamente legale, per poter andare avanti. Dopo i vari tentativi poi ha preferito desistere lasciando il luogo del misfatto e facendo perdere le proprie tracce.

Giovedì scorso questo aspirante rapinatore ha provato a incrementare il proprio bottino tentando di rapinare tre banche in rapida successione in poco più di mezz’ora. Secondo quanto riferito dagli inquirenti della Questura che si sono messi sulle tracce dell’uomo, i tre tentativi sono stati sventati dalle stesse vittime che lo hanno convinto a “lasciar perdere”.

Il ragazzo ha così pensato di abbandonare i locali delle tre banche senza il becco di un quattrino, fallendo miseramente il suo obiettivo e dandosi alla macchia.

Il primo tentativo è stato effettuato attorno alle ore 13 in piazzale Loreto quando si è presentato in banca disarmato e indossando un cappellino e portando occhiali a specchio ma ne è subito uscito quando una impiegata di circa 30 anni gli ha detto che non aveva contanti in quel momento.

Quindi è passato in via Ricciarelli dove ha provato un’altra tattica, minacciando il direttore della filiale.

Quest’ultimo però in qualche modo è riuscito a metterlo in fuga. Ed anche in questo caso il rapinatore è uscito sconsolato senza aver centrato il proprio negativo obiettivo.

Infine un ultimo tentativo in via Soderini presso un istituto di credito. Anche qui però il direttore della banca gli ha consigliato di lasciar perdere perché non esistevano contanti in quel momento per il fatto che la cassa era temporizzata e quindi il contante non era disponibile. Il ladro allora ha ben pensato di lasciar perdere anche in questo caso andandosene via.

Polizia che adesso indaga sui tre tentativi alla ricerca dell’autore del misfatto, un ladro davvero molto… particolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche