Milano maglia nera in Europa su consumi e spread

Aziende

Milano maglia nera in Europa su consumi e spread


Milano maglia nera in Europa su consumi e spread
Piazza affari è la peggiore Borsa con un indice Mib a – 0,50 per cento

Lo spread fra i Btp italiani e i Bund tedeschi mostra molta tensione, mentre la Borsa di Milano è negativa.

Il differenziale fra i titoli di stato italiani e i suoi omologhi tedeschi, punto di riferimento per monitorare la solvibilità dell’economia italiana sfidano la fiducia della Borsa.

E mentre il differenziale ha toccato la quota di 520 punti base, arrivando a garantire un rendimento del 7,12% per la gioia dei risparmiatori, lo Stato italiano si trova di fronte a un problema monetario reale.

Piazza Affari soffre per le continue oscillazioni del debito sovrano italiano registrando un andamento negativo che la indica come peggiore Borsa d’Europa.

Il suo indice FTSE Mib segna un -0,50% a fronte di un segno positivo per tutti gli altri mercati finanziari continentali.

C’è da registrare un comportamento anomalo delle banche, le quali, dopo la concessione pressochè illimitata di liquidità ad opera della Bce, hanno preferito aumetare i loro depositi presso lo stesso istituto centrale monetario di Francoforte anzichè cercare degli investimenti reciproci.

Sfiducia del sistema quindi: le banche scelgono di attuare una politica monetaria facile e di brevissimo periodo, pur di risparmiare sui tassi d’interesse.

I depositi overnight costano solo lo o,25% in più del capitale depositato con percentuali più alte nel caso di scambio di fondi.

Le banche non seguono di fatto il solco tracciato dall’istituto monetario centrale della UE.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*