Milano: muore ragazzo di 18 anni in moto sulla tangenziale ovest

Milano

Milano: muore ragazzo di 18 anni in moto sulla tangenziale ovest

milano tangenziale ovest
Milano: muore ragazzo di 18 anni in moto sulla tangenziale ovest

A Milano, sulla Tangenziale Ovest, muore un ragazzo marocchino dopo aver perso il controllo della sua moto ed essersi schiantato sull'asfalto

A Milano sulla Tangenziale Ovest si è verificato un grave incidente motociclistico nel quale ha perso la vita un ragazzo di solamente 18 anni. Il grave fatto si è verificato nei pressi dell’uscita Rozzano Quinto de’ Stampi. Si tratta di una persona di origine marocchina di cui sono state rese note solamente le iniziali del nome e del cognome, O. M.

Il ragazzo viaggiava in sella della sua Triumph in direzione Sud. All’altezza dell’uscita per Rozzano, sembrerebbe, almeno da quanto ricostruito dalla Polizia Stradale di Milano Ovest, che abbia perso il controllo del veicolo e quindi si sarebbe schiantato sull’asfalto in maniera molto violenta.

Incidente che non ha visto protagonista alcun altro veicolo. Nel punto dove è avvenuto lo schianto è intervenuta subito una autoambulanza e un’auto medica per provare a rianimare il ragazzo. Non c’ stato nulla da fare però per salvargli la vita ma solamente constatare l’avvenuto decesso.

Per i rilevamenti del caso e capire meglio la dinamica del fatto è stata chiusa l’uscita di Rozzano Quinto de’ Stampi sulla tangenziale Ovest con conseguenti code in quel tratto di strada.

Purtroppo non manca giorno di non dover descrivere incidenti di moto con giovani ragazzi che vi perdono la vita.

Peraltro alcune statistiche redatte per il 2016 hanno parlato di un calo degli incidenti mortali di circa il 2% nell’Unione Europea. Ma se guadiamo agli ultimi sei anni il calo è stato ancora più consistente toccando il 19%. Una percentuale incoraggiante ma non troppo se è vero che l’Unione Europea vorrebbe dimezzare il numero totale di vittime della strada entro il 2020. Complessivamente hanno perso la vita 25,500 persone, 600 in meno rispetto al 2015.

La strada per la riuscire ad arrivare ad una sicurezza stradale completa prosegue. Gli obiettivi posti dall’Unione Europea sono molto importanti, riuscire a raggiungerli sarà un obiettivo primario per la salvaguardia delle persone che quotidianamente usano i veicoli a motore per spostarsi lungo le arterie italiane principali e non.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche