Milano: Negozi aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Milano

Milano: Negozi aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Ieri è diventato legge, e di questo dobbiamo ringraziare il governo Monti: d’ora in poi i negozi avranno la possibilità di tenere aperto 24 ore su 24, sette giorni su sette festivi compresi.

Ma se in città come Roma o nella più vicina Como, le amministrazioni hanno già fatto ordinanze o preso decisioni per adeguarsi alla nuova norativa, Milano prende tempo per capire quali paletti si possono mettere. Palazzo Marino non ha ancora preso provvedimenti formali, anche perchè devono ancora consultarsi con i sindacati, i commercianti e la Regione.

Gli enti locali hanno comunque 90 giorni di tempo per adeguarsi alla nuova legge, per l’assessore regionale al Commercio Stefano Maullu, però, i municipi hanno la possibilità di “agire subito e hanno il potere di fare ordinanze restrittive che ad esempio riguardino motivi ambientali, di sicurezza o di tutela artistica”. Maullu promette una circolare nei prossimi giorni ed in seguito “un tavolo con tutte le categorie”.

Noi ci chiediamo, quanto lo Shopping Night interessi alla clientela ed agli stessi commercianti.

La Vox Populi, in entrambe le categorie è abbastanza discordante. Tra gli esercenti: le catene ed i grandi negozi sono pronti ad affrontare la sfida, mentre i piccoli esercenti sono preoccupati, visto anche le domeniche precendenti al Natale, che non hanno portato una clientela vasta come quella degli anni passati, figuriamoci di notte; per non parlare del fattore sicurezza, esistono abbastanza forze dell’ordine pronte a vigilare su tutto il territorio? O del fattore trasporto. Se poi si aggiungono i costi di luce e gas per tenere aperto il negozio, c’è chi si chiede se questa manovra non sia solo una riforma a costo zero, per una politica che non cambia e non riesce a cambiare questa nostra Italia.

Dal canto loro, i clienti, vedono per chi lavora fino a tardi la possibilità di far compere senza stress, addirittura chi ha avuto modo di vivere all’estero ed è quindi abituato ai negozi aperti 24h su 24 lo vede come una modernizzazione obbligatoria, c’è invece chi restringerebbe la possibilità di una apertura prolungata solo alle città turistiche o di interesse culturale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...