Milano: Tassisti in agitazione

Milano

Milano: Tassisti in agitazione

Riuscire a prendere un taxi ieri a Milano era un’impresa. Neppure al volo per le strade, dove non se ne vedevano, e tantomeno chiedendolo via radio. “L’adesione è stata massiccia, la maggior parte delle persone che chiamano non è riuscita a trovare una macchina”, confermavano al telefono i centralini.

Lo sciopero non è dichiarato. Ma anche oggi è una giornata complicata se dovete prendere un taxi a Milano, anche oggi infatti i tassisti milanesi sono scesi in campo contro l’eventuale liberalizzazione delle licenze

È una sequenza di assemblee spontanee, senza interruzione.

Nei nodi centrali per il servizio in città: la stazione Centrale, l’aeroporto di Linate. Il risultato è una giornata senza taxi. Fermi, incolonnati ai posteggi, disponibili solo per persone in difficoltà (disabili, anziani, qualche madre con bambini piccoli). È la prima giornata di blocco totale da quando è iniziata la protesta contro la liberalizzazione delle licenze allo studio del governo Monti.

Sulla vicenda è intervenuto anche Davide Boni della Lega, vicepresidente del Consiglio regionale: “Solidarietà ai tassisti.

È arrivato il momento che certe questioni vengano gestite a livello regionale, senza ingerenze dello Stato”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*