Milano, Tortona: rapina e aggressione al parco Solari, arrestati tre egiziani

Milano, Tortona: rapina e aggressione al parco Solari, arrestati tre egiziani

Milano

Milano, Tortona: rapina e aggressione al parco Solari, arrestati tre egiziani

Rapina
Rapina al parco

Rapina al parco. Succede a Milano, precisamente a Tortona. Uno studente abruzzese di ventidue anni che poco prima si era salutato con due amici e, per ritornare a casa, aveva deciso di ‘tagliare’ dal parco; è stato bloccato da tre uomini che gli hanno puntato una lama sulla schiena e una sul collo. Sono violenti ma non vogliono uccidere: mentre in due lo immobilizzano, il terzo gli svuota le tasche. Pensano che sia fatta e scappano col portafogli e l’orologio del malcapitato. Il tutto è successo intorno alle 2 e 20 di notte.

Il coraggio del ragazzo

Dopo i ‘due’ minuti di terrore, il giovane, resta lucido e prende in mano il cellulare, che nella fretta era stato “dimenticato” dai tre rapinatori, per chiamare i carabinieri e descrivere dettagliatamente i malviventi e la direzione che hanno preso. La fortuna ha voluto che lì vicino ci siano due pattuglie dei carabinieri: una in via Coni Zugna (a pochi metri dal parco dove è avvenuta la rapina) e un altra nel piazzale Aquilea.

In pochi secondi, gli agenti trovano e arrestano i tre rapinatori.

La gang, composta da tre ragazzi giovanissimi di venticinque, ventuno e vent’anni, si libera dei tre coltelli a serramanico usati per intimidire la vittima. Le armi vengono buttate dietro un cespuglio appena si sentono le sirene e i tre provano a fuggire senza successo. Immobilizzati e perquisiti, addosso nascondono ancora la refurtiva. Sono pregiudicati già noti alle forze dell’ordine. Tutti egiziani ed irregolari sul territorio italiano. I carabinieri li hanno portati direttamente a San Vittore.

Durante la rapina, lo studente di 22 anni è rimasto lievemente ferito alla gola ed è stato medicato al pronto soccorso dell’istituto clinico Sant’Ambrogio, dove è stato dimesso con cinque giorni di prognosi.

Il precedente

Sempre a Milano, questa volta però al parco della Martesana, il 13 ottobre un giovane di 26 anni della Mauritania era stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale e rapina nei confronti di un’avvocato di 59 anni mentre faceva jogging.

Il giovane, poi, è stato arrestato all’interno del centro della Croce Rossa italiana di Bresso, nella struttura utilizzata come centro per richiedenti asilo politico. Era ospitato in attesa di conoscere l’evoluzione della sua pratica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche