Milano, Ultrabody: il corpo umano tra arte e design COMMENTA  

Milano, Ultrabody: il corpo umano tra arte e design COMMENTA  

Fino al 17 giugno il Castello Sforzesco di Milano ospiterà l’installazione “Ultrabody”, una mostra di 208 opere sospese tra arte e design. L’esposizione, inaugurata durante la Design Week appena conclusa, è curata da Beppe Finassi ed è composta da una selezione di opere incentrate sul tema del corpo e sulle sue possibili interpretazioni. La mostra si articola in 3 grandi temi, uno per sala.


La prima sala è quella dedicata al tema Alludere al Corpo, una riflessione declinata soprattutto in immagine, forma e fisicità. Da notare la poltrona Joe, omaggio al grande giocatore di baseball Joe di Maggio ad opera di De Pas, D’Urbino e Lomazzi per conto di Poltronova .

La seconda sala è invece dedicata a Assecondare il Corpo e la riflessione è incentrata sull’ergonomia, cioè sulla possibilità di creare oggetti che siano in grado di adeguarsi alle esigenze della corporeità contemporanea. Di particolare interesse è il bicchiere smoke, creazione di Joe Colombo che permette di bere e fumare contemporaneamente, utilizzando solamente tre dita.


La terza ed ultima sala è dedicata a Superare il Corpo. Le opere in questa sezione sono come delle protesi in grado di modificare il nostro corpo, aggiungendo delle componenti che lo rendono adatto alle più disparate esperienze.


Sarà possibile visitare l’installazione nei seguenti orari: da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle ore 17.30, fino al 17 giugno 2012.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*